PORTO SANT’ELPIDIO – Un appuntamento da non perdere. A pochi giorni dall’accoglienza entusiasta di «Esodo» sulle vicende dei profughi giuliano dalmati alla Fenice di Senigallia, Simone Cristicchi torna nelle Marche per un nuovo ‘tutto esaurito’, venerdì 22 febbraio al Teatro delle Api, con “Manuale di volo per uomo“, secondo appuntamento della stagione realizzata da Comune e Amat con il contributo di MiBAC e Regione Marche.

In «Manuale di Volo per Uomo», Cristicchi interpreta un quarantenne rimasto bambino: qualunque cosa guardino i suoi occhi – dal fiore cresciuto sull’asfalto, ai grandi palazzi – tutto è stupefacente, affascinante, meraviglioso.  Per molti è un “ritardato” da compatire, per alcuni un genio. Sicuramente è un tipo strano, che ama dipingere un mondo tutto suo, contare le lettere che formano le parole, camminare seguendo una sua indecifrabile traiettoria. In realtà, Raffaello è un “super-sensibile” e possiede poteri speciali: la sua mente fotografica mette a fuoco i particolari, i dettagli che sfuggono agli altri esseri umani, forse perché “niente è più grande delle piccole cose!”. Nel racconto poetico e surreale del suo microcosmo, Raffaello descrive vicende minime ed universali del suo affollato quartiere, la grande città che fa paura, il paradiso della ferramenta dove tutto è catalogato alla perfezione.

“Forse volare – scrive Cristicchi – significa avere il coraggio di buttarsi nella vita mantenendo intatto il bambino dentro di noi. E soprattutto non lasciarsi sfuggire la bellezza che ci circonda”.

Prodotto dal Teatro Stabile d’Abruzzo – di cui Cristicchi è dal 2017 direttore artistico – con il Centro Teatrale Bresciano e Corvino Produzioni, lo spettacolo è scritto dal cantautore romano con Gabriele Ortenzi con la collaborazione di Nicola Brunialti. Le musiche e le canzoni inedite sono di Cristicchi e Ortenzi, autore anche delle musiche originali.  Firmano scene e costumi Domenico Franchi, luci Cesare Agoni con Veronica Penzo, disegno audio Andrea Balducci. Aiuto regia Ariele Vincenti, regia di Antonio Calenda.

Info e biglietti (posto unico numerato € 15 intero – € 12 ridotto under 29 Over 60 e convenzionati vari) alla Biglietteria del Teatro delle Api (orario 11.30/13.30 e 18/20, tel. 346/6286586 www.teatrodelleapi.it) e Amat tel. 071/2072439, www.amatmarche.net; Call center dello spettacolo delle Marche 071/2133600. On line su vivaticket.it.

Inizio ore 21,15.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.