MONTEPRANDONE – “Si parla spesso di eccellenze nel Piceno, ma difficilmente ci si immagina che un particolare manufatto possa riscuotere tanto successo fuori dai confini marchigiani”: inizia così, con piacere ma anche un Siamo avvezzi a pensare ai nostri vini o alle prelibatezze culinarie, alle testimonianze storiche ed artistiche, ma non a quegli oggetti artigianali che in questi anni hanno fatto mostra di sé in diverse località italiane. Parliamo dei Presepi artistici e nello specifico proprio di quelli realizzati dal maestro e dagli allievi dell’Accademia di Arte Presepiale Italiana a Monteprandone. Il riconoscimento degli alti standard qualitativi raggiunti è dato dai numerosi attestati che negli anni sono stati accreditati all’Accademia.

Un esempio su tutti, l’inaspettato premio ricevuto dal Presidente dell’associazione “Segui la cometa” (associazione collegata all’Accademia d’arte presepiale), Giovanni Rosati, da parte del comune di Roncade (Treviso). L’Assessore alla cultura in persona, la signora Crosato, ha voluto consegnare nelle mani del signor Rosati, a Monteprandone, la targa ricordo, in quanto a Roncade, nel periodo natalizio, sono stati esposti ben 15 presepi, realizzati dall’Accademia. I lavori in mostra hanno valorizzato l’esposizione, riscuotendo numerosi consensi, tanto da indurre l’amministrazione comunale a riconoscere l’eccellenza della Scuola.
Purtroppo, “nemo propheta in patria” dicevano i Latini, ma la speranza che anche le amministrazioni locali si accorgano del piccolo tesoro d’arte, racchiuso nella terra di san Giacomo, e lo valorizzino, non è ancora spenta.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.