SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una storia talmente sui generis da essere finita anche sull’edizione cartacea di oggi della Gazzetta dello Sport, che ha intervistato il “fantallenatore” sambenedettese Renato Nepa, al centro di un caso mediatico, in questi giorni, che vede coinvolto il famoso calciatore ghanese Kevin Prince Boateng.

Il botta e risposta su Instagram fra Renato e Boateng

Tutto nasce da un “botta e risposta” su Instagram fra il calciatore e Renato. Il ragazzo, 36 anni, chiede indietro a Boateng, trasferitosi inaspettatamente e repentinamente al Barcellona dal Sassuolo nel mercato di riparazione, i soldi per l’acquisto del centrocampista al fantacalcio. Boateng però a sorpresa risponde e il ragazzo i soldi (“qualche centinaio di euro” dice oggi alla rosea) li riprende davvero dal calciatore.

Ma non li terrà come ha spiegato alla Gazzetta nell’intervista di oggi. “Non li considero soldi miei. Li darò a una associazione di disabili di San Benedetto che si chiama ‘Biancazzurro‘. Che persona straordinaria, non era assolutamente un atto dovuto” ha detto Renato che adesso ha un sogno: “Voglio incontrarlo e regalargli la maglia della Samb”.

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.