SAN BENEDETTO DEL TRONTO – E’ stato colto sul fatto e per questo sono scattate le manette nei confronti un 53enne di Cupra Marittima in Riviera nella notte del 10 febbraio.

Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di San Benedetto hanno tratto in arresto l’uomo, resosi responsabile di atti persecutori ai danni dell’ex convivente.

I militari intervenivano su richiesta della donna, la quale riferiva che l’ex compagno si trovava appostato sotto la sua abitazione e che tale comportamento andava avanti da alcuni mesi, nel corso dei quali aveva più volte subito anche atti persecutori, minacce ed ingiurie sia nei pressi della propria abitazione, appunto, che sul luogo di lavoro.

I Carabinieri, prontamente giunti sul posto, rintracciavano l’uomo a bordo della propria autovettura, nei pressi dell’abitazione della donna, e, all’atto del controllo, veniva trovato in possesso di un taglierino che era stato occultato nella tasca del giaccone, traendolo in arresto a disposizione dell’Autorità  Giudiziaria.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.