MARTINSICURO – Il centrodestra vince nettamente in Abruzzo e Marco Marsilio, senatore di Fratelli d’Italia è il nuovo governatore. La coalizione Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia, assieme alle liste collegate, raccoglie oltre il 49% (48% le preferenze per Marsilio) delle preferenze, così ripartite a livello regionale: 27,5 % per il Carroccio, 9% per Forza Italia e 6,4 % per Fdi.

Il Pd e il suo candidato Legnini si fermano al 31% mentre il Movimento 5 Stelle, che un anno fa alle nazionali raccoglieva il 39,8 % in Abruzzo sprofonda al 19,7% (20% le preferenze per la candidata pentastellata Sara Marcozzi). In provincia di Teramo, il dato di lista per il Movimento non arriva al 18% (17,78) mentre le preferenze per la candidata si attestano al 18,3%. Altro grosso calo rispetto alle nazionali dello scorso 4 marzo, quando i grillini raggiunsero, nel Teramano, il 37,28%.

Particolare, poi, lo studio dei dati a livello provinciale per la coalizione vincitrice trainata dalla Lega. In provincia di Teramo il partito di Salvini sfonda quota 33% (33,16 il dato puntuale). Alle nazionali del marzo 2018 il Carroccio aveva raccolto il 13,8 in tutta la regione mentre nel Teramano si era fermato all’11,57% (dati relativi alla Camera).

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 418 volte)