SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sabato 9 febbraio sulla panchina rossoblu ci sarà Valerio Quondamatteo, l’allenatore in seconda. Come noto, mister Giorgio Roselli è stato squalificato per una giornata per “comportamento non regolare e proteste verso l’arbitro” dopo il match di Monza.

Al “Riviera delle Palme” arriverà il Ravenna. Dalla Samb è attesa una reazione dopo la sconfitta, beffarda, di una settimana fa in Lombardia che ha interrotto la striscia positiva di dodici risultati utili consecutivi e, momentaneamente, estromessa la qualificazione ai Play Off.

“Mi auguro che i miei giocatori non subiscano un contraccolpo psicologico – afferma mister Giorgio Roselli – il campionato ha ancora molto da dire ed è inutile affermare (n.d.r. riferito alla stampa) che una giornata siamo nei Play Off e l’altra no. Sulla gestione della gara sono fiducioso dell’operato di Valerio Quondamatteo in panchina, ci parliamo e confrontiamo. Il Ravenna è una classica squadra che attacca e difende insieme. Hanno agito sul calciomercato e i punti fatti testimoniano che sono un team di alto livello. Il Ravenna ha dei buoni sistemi di gioco e bisogna stare attenti a non subirli ma hanno anche difetti. Dobbiamo essere bravi a colpirli proprio lì. All’andata abbiamo meritato di perdere”.

Un girone fa la situazione in casa Samb era completamente diversa, il pensiero di Roselli: “Avevamo ottenuto un buon pari con il Monza, poi la sconfitta di Ravenna e la qualificazione in Coppa Italia con il Fano. Poi venne l’Imolese dove dominammo sull’intensità e da lì abbiamo tracciato un percorso giusto che ha portato alla striscia positiva”.

Sotto l’aspetto offensivo cambierà qualcosa contro il Ravenna? “Ci sono momenti da gestire, la partita è lunga e il campo grande. Correre avanti e indietro non è sempre una cosa buona, andatelo a chiedere direttamente ai giocatori. Abbiamo giocato spesso in maniera offensiva però dipende dalle situazioni, ripeto”.

L’allenatore torna sul post Monza: “Lì abbiamo giocato la miglior partita in questa stagione dopo dodici risultati utili consecutivi – afferma il mister rossoblu – Non sono d’accordo con alcune polemiche, accetto le critiche ma devono essere costruttive e logiche. I tifosi hanno chiesto lacrime, sudore e sangue. E noi lo facciamo ogni gara. Questo gruppo merita di aprire un ciclo alla Samb”.

Aspettative per il match contro il Ravenna: “Sarà difficile la lettura della gara ma è un problema che si ripropone ogni domenica, perché ogni squadra ha un modo diverso di giocare però studiamo, io e Valerio, mosse e contromosse visionando i video”.

In allenamento si lavora molto sull’uscita dalla difesa con il pallone e Roselli afferma: “Non ho mai scelto di lasciare il pallino del gioco agli avversari, se saranno più bravi lo prenderanno ma io non lascio assolutamente niente. Dobbiamo migliorare l’uscita dalla difesa con il pallone ma ci stiamo lavorando, appunto, molto. Vedremo se da questo match qualcosa verrà fuori”.

Celjak e Zaffagnini ancora a rischio per problemi fisici accusati di recente: “Probabile che almeno uno dei due non partirà dall’inizio contro il Ravenna” conclude l’allenatore.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.