SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Blitz e duro colpo contro il traffico di sostanze stupefacenti sulla nostra costa. Gli agenti della sezione Antidroga della Squadra Mobile di Ascoli nella tarda serata del 6 febbraio hanno fermato un albanese di 45 anni e un italiano di 50 anni.

L’inchiesta era stata avviata dopo alcune segnalazioni relative al fatto che un sambenedettese fosse solito incontrare svariati consumatori di sostanze stupefacenti vicino al porto di San Benedetto.

E’ stato, infatti, effettuato un sevizio di controllo da personale della Squadra Mobile ascolana: l’italiano è stato  intercettato mentre rincasava a bordo di uno scooter dopo essersi incontrato con un uomo che, nei pressi di uno chalet di Grottammare, veniva visto consegnargli un pacchetto.

Dal controllo effettuato emergeva che, in un sacchetto del pane, era celata una confezione termosaldata contenente una cinquantina di grammi di cocaina purissima.

La successiva perquisizione dell’abitazione in via Carducci ha permesso di scoprire un vero e deposito dove l’uomo deteneva grasse quantità hashish: due tavolette ed una decina di panetti di 100 grammi ognuno, oltre ben 44 ovuli di 10 grammi ciascuno, per un totale di oltre 3 chili di hashish pronto per essere immesso sul mercato dello spaccio al dettaglio.

Altro personale dell’Antidroga della Squadra Mobile ascolana nel frattempo non perdeva di vista l’uomo che aveva consegnato la cocaina al 50enne: dalla perquisizione dell’abitazione del 45enne albanese, in via Fiscaletti, venivano trovate altre tre dosi di cocaina pronte per essere spacciate al dettaglio.

Sequestrato anche del denaro contante, banconote da 50 euro, probabile provento dello spaccio.

I due sono stati arrestati e per loro si sono aperte le porte del carcere di Marino del Tronto, in attesa dell’udienza di convalida.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.149 volte)