MONTEGRANARO – Le Forze dell’Ordine avevano cominciato, da inizio gennaio, a tenere d’occhio un giovane colombiano che sporadicamente faceva la spola tra il settentrione e il Fermano. I pedinamenti hanno portato frutti.

I carabinieri di Montegranaro hanno accertato che lo straniero si recava nel paese, dal Nord Italia, per vendere la cocaina. Il colombiano non aveva una fissa dimora ma cambiava spesso abitazione appoggiandosi da amici che erano all’oscuro dei suoi traffici.

Il 31 gennaio i militari hanno deciso di intervenire bloccando il giovane mentre era a bordo di una Mountain Bike. Alla vista delle divise ha tentato di disfarsi di alcuni involucri contenenti la droga, prontamente recuperati. All’interno 17 ovuli con all’interno la cocaina. Dopo un’iniziale tentato depistaggio, i carabinieri sono riusciti ad individuare l’ultimo domicilio del “pusher” e tramite una perquisizione è stato trovato un trolley.

Dentro altra cocaina, sostanza da taglio, bilancino elettronico di precisione e 4 mila euro in contanti con banconote da 50 e 20 euro. Tutto il materiale ritrovato è stato sequestrato, droga compresa.

Il colombiano è risultato un ex ciclista professionista e all’interno dei tubolari dove “alloggia” il sellino della bici sono state rinvenute tracce di cocaina facendo desumere agli inquirenti che il mezzo era stato usato per nascondere la droga e fare le “consegne”. Il mezzo è stato sequestrato.

Il colombiano, dopo gli accertamenti di rito, è stato portato nel carcere di Fermo.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.