SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Rotary Club in campo per la prevenzione del Cheratocono. Nello studio del direttore dell’Uoc Oculistica di Area Vasta, il dottor Luca Cesari, è infatti avvenuta la consegna, da parte della società Tecmed, di un topografo concesso in comodato d’uso per il progetto “Non perdiamoli di Vista” che ha preso ufficialmente il via per il terzo anno consecutivo.

A presenziare alla consegna, insieme al dottor Cesari, c’erano il presidente del Rotary Club San Benedetto del Tronto Alberto De Angelis, il presidente del Rotary Club di Ascoli Piceno Angelo Calcagni ed il vicepresidente del Rotary Club di San Benedetto del Tronto Giuseppe Colonnella.

Il topografo corneale sarà utilizzato per visitare gli studenti di terza media di tutte le scuole della provincia di Ascoli Piceno. Si tratta del progetto che su iniziativa del Rotary Club San Benedetto del Tronto con la collaborazione degli altri club rotary della provincia per il terzo anno consecutivo sta realizzando, con lo scopo di diagnosticare precocemente il Cheratocono, una malattia che colpisce la cornea e che, se non diagnosticata in tempo, può avere gravi conseguenze.

Nell’anno scolastico 2016/17 sono stati visitati 1054 studenti e nell’anno 2017/2018, grazie anche alla dedizione dell’ortottista dottoressa Laura Lucidi ed alla sensibilità di quasi tutti i dirigenti scolastici, ne sono stati visitati 1422.

L’indagine, che ha dato risultati sanitari molto significativi, è stata fortemente voluta dal dottor Luca Cesari, in quanto l’incidenza della malattia nelle nostre zone è superiore alla media nazionale. I responsabili dei club contano per l’anno in corso di migliorare i risultati dello scorso anno.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 347 volte)