SAN BENEDETTO DEL TRONTO – C’era una volta la “Salita dei Leoni“. Oggi la ribatteziamo “Salita dei Canguri“. Con quel po’ di ironia che serve per affrontare una situazione diventata sempre più insostenibile, come dimostra la nostra fotogallery e le lamentele periodiche di residenti e del Comitato di Quartiere.

Il problema deriva dalle radici dei pini di via Marradi: pini ovviamente eleganti e che fanno della strada un percorso piacevole, anche per i pedoni o ciclisti. Tuttavia le radici stanno creando dei dossi non proprio artificiali che i rifacimenti dell’asfalto e anche la pavimentazione della zona pedonale centrale non riescono più a contenere.

Fortunatamente, si fa per dire, il lato più compromesso è quello dove le autovetture, ma anche i ciclisti e i guidatori di scooter e motorini, si dirigono verso l’alto, e quindi le velocità sono meno sostenute. Ma anche la corsia sud presenta numerosi avvallamenti pericolosi.

La soluzione, ovviamente, sarebbe drastica, ovvero la rimozione dei pini e la loro sostituzione con altre essenze arboree meno invasive. Un intervento non da poco. Ma sempre pià necessario per evitare problemi forse meno risolvibili.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.