SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La “bacheca” continua a riempirsi di ricordi e immagini oltre che di emozioni. Sta riscuotendo successo la nostra iniziativa, “Il mio Ballarin”, dedicata all’ex stadio di calcio destinato alla quasi completa demolizione.

Riceviamo ogni giorno delle testimonianze da parte di tifosi rossoblu ma anche da molte persone residenti in varie parti d’Italia.

Oggi è  la volta di Tommaso Capriotti: “Scrivo da Pollenza, nel Maceratese, non risiedo più a San Benedetto da 40 anni ma torno spesso in Riviera per vedere i rossoblu”.

“La prima e unica volta che portai la mia macchinetta fotografica al Ballarin (si andava solo per tifare, mentre oggi taluni ci vanno soprattutto per documentare) – racconta Capriotti – Era il 24 giugno 1979: come al solito, dopo una sosta al bar Astoria (vicino al sottopasso ferroviario di via D’Annunzio nel quartiere San Filippo Neri), insieme a mio cugino Peppe Marchionni e ad altri amici ci recammo a piedi alla vicinissima Curva Nord”.

“Era in programma l’ultima partita del campionato di serie B e affrontammo la Nocerina. La Samb la strapazzò con un perentorio 3-0. Il terzo gol fu di bomber Chimenti e, al termine, vi fu la pacifica invasione di campo” aggiunge il tifoso rossoblu.

Tommaso Capriotti conclude: “Spero che questi miei sei scatti, fatti quando avevo 27 anni e con una modesta macchinetta fotografica, siano di gradimento vostro e di tutti i tifosi”.  

Sì Tommaso, questi tuoi preziosi ricordi sono di nostro gradimento ma anche di tutta la collettività sambenedettese e siamo noi a ringraziare te.

Per chi volesse contribuire alla nostra iniziativa “Il mio Ballarin”, può inviare le sue foto o i suoi ricordi all’indirizzo info@rivieraoggi.it con oggetto “Il mio Ballarin”. 

Di seguito i “ricordi” riportati in questi giorni

“Il mio Ballarin”: una raccolta di ricordi dalla “Fossa dei Leoni”

“Il mio Ballarin”: una simpatica foto di Ulderico Traini con il grande tifoso “Serafino”

“Il mio Ballarin”. Ricordo di Augusto Torquati, con quella curva con tanti personaggi sui tubi Innocenti

“Il mio Ballarin”: anni ’70, Dionigi Locci e il Samb Club Monte Rinaldo: “25 anni di abbonamenti”


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.