SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Continuano le attività dell’associazione “I Luoghi della Scrittura“, oramai un punto di riferimento per tutto il Piceno e il nord dell’Abruzzo per le iniziative culturali che non sono più esclusivamente quelle legate alla presentazione di libri e autori, ma intercettano ulteriori intelligenze e necessità che dalla società culturale trovano nell’associazione presieduta da Mimmo Minuto il giusto contenitore.

Di questo si è parlato durante una cena conviviale che si è tenuta al Bistrot Concorde di Grottammare venerdì 1° febbraio. Tra le novità e le conferme, c’è un interessamento della Scuola Holden di Alessandro Baricco a tenere tre conferenze, di sabato, a San Benedetto. Intanto aumentano i luoghi (è il caso di dirlo) dove si svolgono gli incontri culturali: a San Benedetto oltre alla Palazzina Azzurra, Palazzo Bice Piacentini, il Quartiere Mare si è aggiunto di recente l’Asilo Merlini ma l’annata prevede anche la decima edizione di Piceno d’Autore, la collaborazione con Ama Aquilone, l’Altra Italia ad Ascoli a luglio, incontri a Grottammare e la presenza di Massimo Cacciari e Sergio Rizzo e altri ancora ad Alba Adriatica.

Certa inoltre la presenza al Salone di Torino dal 9 al 13 maggio. “Questa realtà sta crescendo oltre ogni aspettativa e credo che da associazione possa pensare a trasformarsi in Fondazione, in modo da poter più facilmente intercettare finanziamenti pubblici e privati per le proprie attività” ha spiegato il consigliere Franco Zazzetta, presidente della Fabbrica dei Fiori che sta cercando di entrare in sinergia con le attività associative.

Interventi, durante la serata, anche di Olga Merli, presidente dell’associazione di produttori cinematografici Serpente Aureo, Michele Palmiero, di Prima Persona Plurale che sta organizzando eventi musicali in città e con Mimmo Minuto è interessato a proporre incontri di musicisti che hanno scritto dei libri, Francesco Tranquilli il quale ha spiegato come la prima cena dedicata a Tolkien, organizzata all’Alberghiero di San Benedetto, abbia già esaurito i 118 posti a disposizione.

Insomma: buona cultura a tutti e grazie a “I Luoghi della Scrittura”.

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.