SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una settimana fa abbiamo lanciato l’idea di realizzare una “bacheca” per i nostri lettori dove ‘affissare’ i ricordi sull’ex stadio Ballarin, destinato alla quasi completa demolizione.

Qui l’articolo

“Il mio Ballarin”: una raccolta di ricordi dalla “Fossa dei Leoni”

Pensieri, aneddoti e foto sull’impianto sportivo che per molte generazioni è stato un punto di riferimento, in particolare per la Samb ma non solo data la sua funzione anche per eventi culturali.

In redazione sono giunte diverse testimonianze e ogni settimana daremo spazio ai nostri lettori. Ricordiamo che per inviare i propri ricordi, bisogna scrivere alla mail info@rivieraoggi.it con oggetto Il mio Ballarin.

Oggi, 29 gennaio, diamo spazio ad un ricordo di Augusto Torquati.

Anni ’70, in curva al Ballarin.

“Di fianco ai due ragazzi con la bandiera ci sono Francesco Katanghino con gli occhiali scuri e Lu Geloso. Io sono quello seduto sul tubo Innocenti che legge un opuscolo: era l’intervallo della partita. Di fianco c’è un custode che non mi lasciava spazio. Sotto a dove stavo io c’era il tunnel d’accesso. La curva era ancora in tavole di legno e tubi Innocenti”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.