ACQUAVIVA PICENA – Prosegue nell’anno appena iniziato, con l’introduzione delle Casse Self Assistite, il processo di automazione delle filiali della Banca del Piceno, nell’ottica del progetto che vuole dare più servizi ai soci ed ai clienti della Banca e che prevede per questo motivo, dopo la recente fusione, cospicui investimenti per modernizzare l’Istituto.
Nel luglio scorso, ben tredici filiali erano state coinvolte nell’ammodernamento con degli Atm evoluti, che permettono di utilizzare le carte multifunzione di ultima generazione e di usufruire di tutta una serie di servizi aggiuntivi tra cui le ricariche, i pagamenti e l’accesso a tutte le informazioni relative al conto corrente, il prelievo e il prelievo internazionale, il versamento di assegni e contante e danno all’utente la facoltà di fare anche bonifici e monitorare la situazione assegni.
In contemporanea, le Casse Self Assistite erano state già attivate nelle filiali di Centobuchi, Ascoli Monticelli, Marina di Altidona e San Benedetto del Tronto, Viale De Gasperi, per svolgere tutte le principali transazioni di solito fatte allo sportello: ora lo sono le filiali di Martinsicuro e Colli del Tronto, quest’ultima dal prossimo 30 gennaio.
“La Banca del Piceno – ha dichiarato il Vicedirettore Generale Vicario Francesco Merletti – con l’inserimento di tali tecnologie vuole migliorare il servizio offerto al cliente, evitando file agli sportelli di cassa e liberando tempo da dedicare alla  relazione con il personale di filiale per un’eventuale consulenza finanziaria ed assicurativa”.
Le Casse Self Assistite, oltre a ridurre i tempi di attesa del cliente che può eseguire le principali transazioni bancarie in autonomia o, se necessario, con l’assistenza di un operatore di filiale, consentono di consultare il conto corrente,  stampare saldo e movimenti, effettuare bonifici e ricariche telefoniche, pagare utenze, effettuare versamenti o prelievi di denaro contante, versare assegni e scansionare documenti in vari formati.

Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 306 volte)