ALBA ADRIATICA – Tra marzo e novembre 2017 avevano preso di mira diverse banche ma per cinque persone gli episodi criminali sono terminati qui.

Otto le rapine armate, tra consumate e tentate, ai danni di banche in vari quartieri della Capitale e una ad Alba Adriatica. Un “pool” coordinato dal Gruppo Reati contro il Patrimonio della Procura di Roma, composto da personale del Nucleo investigativo dei carabinieri di Roma e della Squadra Mobile, ha eseguito all’alba del 26 gennaio un provvedimento di custodia cautelare in carcere a carico di cinque persone smantellando una pericolosa banda di rapinatori. Si tratta di romani tra i 40 ed i 50 anni, con vari precedenti.

I provvedimenti nascono da un’operazione effettuata il 7 novembre 2017 quando, Carabinieri e Polizia, sventarono una rapina in banca a Tivoli arrestando, appunto, i cinque responsabili.

Da lì è stata avviata un’inchiesta che ha portato alla luce il coinvolgimento del sodalizio nelle otto rapine tra Roma e Alba Adriatica.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.