SANT’OMERO –  In arrivo tredici nuovi posti letto di lungodegenza all’ospedale di Sant’Omero.
L’inserimento è stato deciso grazie a uno dei primi atti aziendali del 2019 voluti dalla Asl di Teramo e approvati dalla Regione Abruzzo.

“E’ una notizia stupenda ed un risultato a lungo atteso per il quale mi sono personalmente speso in questi ultimi anni – dichiara soddisfatto l’assessore regionale, Dino Pepe – avevo assunto infatti un preciso impegno con i cittadini e gli amministratori del comprensorio della Val Vibrata e oggi, grazie a questo, ma anche ad altri numerosi interventi, possiamo dire che la Val Vibrata ha sempre più un nosocomio al passo con i tempi e che risponde ai bisogni della popolazione”.

I nuovi posti letto serviranno a soddisfare le esigenze di quella fascia di pazienti, purtroppo sempre più numerosi, alle prese con patologie cronico-degenerative garantendo loro così un setting assistenziale certamente più confacente ed appropriato.

“Con questo provvedimento – conclude l’assessore – il presidio ospedaliero di Sant’Omero diventa, in termini di posti letto, il secondo ospedale, dopo quello di Teramo, all’interno della nostra Asl, andando ulteriormente a soddisfare i criteri di ospedale a valenza strategica”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.