SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Io non ho agende che mi pressano. Non per forza devo cambiare qualcosa perché sono passati due anni e mezzo dall’inizio del mio mandato”. Così il sindaco Piunti pare congelare il rimpasto di Giunta che appariva imminente dopo il cambiamento degli equilibri della sua maggioranza consiliare quando, a inizio novembre, Rosaria Falco ha lasciato il gruppo “Siamo San Benedetto” per approdare all’opposizione, nel gruppo misto con Marco Curzi e Bruno Gabrielli, un altro che era stato un pilastro dell’inizio del mandato di Piunti da sindaco.

Quindi nessun assessore farà le valigie, almeno non per ora. Questo non vuol dire però, per il primo cittadino, che la sua Giunta si possa permettere un certo “lassismo”. “Sono tutti sotto controllo e verifica dal primo all’ultimo giorno” prosegue Piunti “e dei cambi di deleghe in futuro ci potrebbero comunque essere ma al momento non ho questo tema all’ordine del giorno e vedo il bicchiere mezzo pieno per quanto riguarda il lavoro della mia Giunta” chiosa in chiusura il sindaco, che ha pronunciato queste parole proprio durante una conferenza stampa in cui ogni singolo assessore ha relazionato sul lavoro svolto finora, arrivati ormai a metà mandato.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.