SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Lo stadio di San Benedetto può essere volano per il turismo? Sì, forse. Come tale lo ha considerato l’Amministrazione nel 2017, quando organizzò un’amichevole di lusso e di successo, quell’Inter-Villarreal agostana che registrò il tutto esaurito e un grande successo.

Poi nel 2018, per diversi motivi, la replica di quella partita è saltata ma non è detto che nel 2019 non ci si riprovi. “Il mio sogno era fare una grande amichevole a San Benedetto e ci siamo riusciti. Cercheremo di riproporla anche se il nostro stadio è piccolo per delle grandi partite” dichiara Pierluigi Tassotti, assessore al Turismo e allo Sport nel corso della conferenza stampa di inizio 2019 dell’Aamministrazione.

Non solo calcio ma anche concerti. Il Riviera infatti potenzialmente si può aprire anche a esibizioni musicali. Nel 2007, per esempio, Tiziano Ferro portò allo stadio di San Benedetto 7000 persone(CLICCA QUI). Possibile riproporre un format del genere in futuro? Per Tassotti non è facile: “Il concerto è ancora più difficile rispetto a una partita perché di artisti da stadio ce ne sono pochi in giro e il nostro stadio è ibrido perché oltre 12-13 mila persone non possiamo ospitare.”

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.