GROTTAMMARE – Nella mattinata del 10 gennaio è stata svelata la programmazione della rassegna di teatro amatoriale e dialettale che vede, come di consueto, protagonista Grottammare.

Edizione numero 14 per “Commedie Nostre” a cura dell’associazione Lido degli Aranci in collaborazione con il Comune. Si svolgerà dal 19 gennaio al 30 marzo.

Presenti alla conferenza odierna il primo cittadino Enrico Piergallini e alcuni membri dell’associazione culturale.

Il sindaco prende la parola: “Un’iniziativa che, nonostante il tempo e la ‘crisi’ nel mondo dello spettacolo, non risente di particolare problemi poiché gode di uno spazio bisettimanale per potersi divertire. Non solo Cabaret ma anche la commedia di tipo teatrale. Giusta fu la idea perché negli anni la rassegna si è strutturata ed è cresciuta facendo nascere Grottammare Mask. Stesse modalità per l’edizione 2019 con qualche riconoscimento in più. Una rassegna che oltre a produrre cultura aiuta il sociale. Per gli artisti c’è la possibilità di esprimersi, per chi viene agli spettacoli una grande occasione di vedere del buonissimo teatro, a prezzi modici”.

Giuseppe Cameli (Lido degli Aranci) dichiara: “Abbiamo superato il decennio e la rassegna giustamente ha preso piede, crescendo e aggiungendo nuovi appuntamenti. Da gennaio a marzo Grottammare diventa casa del teatro amatoriale e delle tradizioni del nostro territorio. La novità più importante è che la Federazione Italiana Amatori (Fita) ci ha riconosciuto un battesimo artistico, un patrocinio che ha portato all’inserimento di nuove compagnie come quella di Jesi giusto per citare un esempio – prosegue – Le compagnie che partecipano alla rassegna hanno vinto già complessivamente 18 premi. Una kermesse che vuol essere una grande famiglia che abbraccia più protagonisti, da Jesi all’Abruzzo, una buona fetta di fascia costiera con le sue particolarità che meritano di essere messe in vetrina”.

Il Cavalier Tullio Luciani afferma: “Non credo che in Italia ci siano città, anche più grandi, che come Grottammare offrano ogni anno un ampio calendario culturale. Qui siamo davvero nella ‘Città del Sorriso’.

Otto appuntamenti in scena con 121 protagonisti tra attori e addetti alla scenografia, record di presenze per questa manifestazione. La rassegna si svolgerà di sabato sera al Kursaal di Grottammare e le serate saranno condotte dall’associato Giuseppe Cameli e dalla madrina Fabiola Silvestri. La serata finale di Gala e premiazione si terrà al Teatro delle Energie con la partecipazione della compagnia vincitrice del 2018 per il consueto passaggio di consegne.

Varie le tematiche affrontate, commedie adatte alla famiglia e che vantano la firma dei migliori registi del nostro territorio. Sette i Comuni in competizione con ben 4 “new entry”, capaci di dar voce a cinque province dell’Italia Centrale: Ancona, Macerata, Fermo, Ascoli e Teramo.

IL PROGRAMMA

19 gennaio, compagnia “La quinta dimensione” di Porto San Giorgio: “L’appartamento Novu”.

26 gennaio, compagnia “Filodrammatica” di Monte San Giusto: “Lu Coppù sulla testa”.

2 febbraio, compagnia “La Rama” di Monte San Vito: “Albergo mon amour”.

16 febbraio, compagnia “La Zicagna” di Acquaviva Picena: “Pensione Castello”.

23 febbraio, compagnia “La lanterna di Diogene” di Martinsicuro: “Agenzia Scarpamorte”.

2 marzo, compagnia “L’inzoliti” di Casette d’Ete: “Chi se pija lu vecchiu”.

16 marzo, compagnia “El passì” di Jesi: “Ma que…perderò”.

30 marzo, compagnia  “I Nosocomici” di Grottammare: “Macelleria Vegana”. Nell’occasione ci sarà il Premio ‘Grottammare Mask’.

Ecco le nomination delle premiazioni per l’edizione 2019:

Miglior Young Performer (Under 35);

Miglior Performer maschile (alla memoria di Bicchierù);

Miglior Performer femminile (alla memoria di Tilde Rosati);

Compagnia più votata dagli abbonati;

Compagnia vincitrice Premio ‘Grottammare Mask’ (su indicazione giuria di qualità).

Abbonamenti (30 euro, 25 per bimbi fino a 10 anni) e biglietti (6 euro) disponibili presso la Merceria “Il Cigno” di Grottammare.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 392 volte)