SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nuovi sviluppi sulla tremenda vicenda di sangue accaduta in Riviera (clicca qui).

E’ stato sottoposto a fermo il 28enne di origini napoletane sospettato di aver accoltellato nella serata dell’8 gennaio la madre in un’abitazione di San Benedetto in via Manara.

Per ordine della Procura di Ascoli Piceno l’uomo, accusato di tentato omicidio aggravato, è stato portato e rinchiuso nel carcere di Marino del Tronto.

Buone notizie giungono dal Pronto Soccorso sambenedettese dove migliorano le condizioni della madre ferita all’addome, alla spalla sinistra e alla gamba sinistra dai fendenti: non è in pericolo di vita

Una vicina di casa aveva lanciato l’allarme e allertato le Forze dell’Ordine dopo aver sentito delle urla. Immediatamente sono scattate le ricerche del figlio, non trovato in casa, che è stato rintracciato dai carabinieri aiutati dagli agenti del Commissariato di Polizia, intorno alle 23 dell’8 gennaio mentre tentava di nascondersi fra le auto.

Il 28enne non è stato ancora interrogato, lo farà nelle prossime ore il Pm secondo alcune indiscrezioni. Era già noto alle Forze dell’Ordine per fatti non di rilevanza penale importante. Ignoti al momento i motivi del gesto, forse riconducibili a tensioni familiari sfociati in seguito nell’aggressione violenta.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.671 volte)