SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Identikit chiari che comunque segnano quale sarà l’orientamento del primo calciomercato guidato dal direttore sportivo Pietro Fusco: giovani a rimpinguare la panchina sfoltitissima della Samb ma senza scommesse ad occhi chiusi, leggasi provenienze dalla Serie D o Eccellenza, ma ragazzi che hanno già assaggiato magari i campi delle categorie superiori o comunque arrivano da esperienze primavera importanti.

Così sarebbe per il salernitano Francesco Orlando, giovane promessa del calcio italiano prima dell’infortunio che di fatto lo ha tenuto fermo per una stagione (mentre in quella attuale non ha trovato spazio), così sarebbe per il pescarese Giuseppe Scalera, pugliese cresciuto nelle giovanili del Bari dove ha esordito in Serie B nella stagione 2016-17, ad appena 18 anni. Terzino destro, 1.84 per 75 chilogrammi, nell’attuale assetto di mister Roselli potrebbe fungere da terzo nel trio difensivo o da riserva per Rapisarda.

Fonti vicine al Pescara danno l’accordo con la Samb concluso; la Gazzetta dello Sport l’ha dato per certo ormai. Scalera la scorsa estate, dopo la rescissione col Bari, era atteso in prestito a Fano ma poi non si fece nulla. In passato si è messo in mostra con l’Under 20 Italiana, ha giocato anche con la Primavera della Fiorentina e ha disputato 2 partite, subentrando, nella Fidelis Andria, in Serie C.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.372 volte)