SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Riceviamo e pubblichiamo una nota da Samuel Tavoletti, studente rappresentante di istituto all’Alberghiero “Buscemi” di San Benedetto.
Le vacanze stanno terminando e per tornare in carreggiata non c’è modo migliore che mettere a fuoco un tema molto dibattuto nelle nostre scuole durante gli ultimi mesi: il nuovo Esame di Stato 2019.
Le direttive ufficiali dell’esame sono arrivate a novembre ma nel susseguirsi delle settimane vi sono state ulteriori disposizioni, creando disinformazione e poca chiarezza negli studenti che dovranno affrontare questo esame di maturità. Desidero portare anche la voce del corpo docente che, preoccupato, non riesce a dare indicazione agli studenti su come affrontare questo importante passaggio della vita scolastica.
Infatti giunti a gennaio 2019, a 5 mesi dall’esame, ancora il Miur non è riuscito a dare una forma ben definita al dispositivo dell’esame di stato 2019. L’atteggiamento adottato dal Ministero e dal vertice sotto la responsabilità del Ministro Bussetti è sconcertante in termini di efficienza. Per questo motivo chiedo al Ministro di velocizzare le attività di completamento del dispositivo cosicchè noi studenti e tutti docenti possano lavorare sinergicamente per la riuscita della Maturità.
Dal Governo del Cambiamento in effetti, noi studenti, ci aspettavamo un cambio di passo dalla vecchia amministrazione ma a noi sembra in ottima continuità con il passato. In qualità di rappresentante della Consulta, al fine di trasmettere con dovuta chiarezza tutti i precedenti e successivi esiti di questa vicenda, durante la prossima assemblea plenaria proporrò un canale informativo attraverso il quale, gli studenti e i professori della nostra provincia, possano usufruire dei necessari chiarimenti per fugare, i giustificati dubbi, circa l’esame di stato 2019.

Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.