ORTONA – È del canoista bolognese scomparso in mare il 5 dicembre scorso al largo di Cesenatico, a Forlì-Cesena, il corpo ripescato il 22 dicembre a 40 miglia dalla costa di Ortona da una motovedetta della Capitaneria di Porto di Ortona, in seguito alla segnalazione giunta dall’equipaggio di un peschereccio di San Benedetto del Tronto.

L’identificazione è avvenuta questa mattina, 23 dicembre, da parte dei familiari dell’uomo, un 45enne di Bologna, giunti all’obitorio dell’ospedale di Chieti dove la salma è stata portata ieri su disposizione del sostituto procuratore della Repubblica di Chieti Giancarlo Ciani; lo stesso pm ha poi disposto l’autopsia che verrà eseguita il prossimo 27 dicembre.

Dell’uomo si erano perse le tracce, dopo il ritrovamento, il 7 dicembre, della canoa al largo di Cesenatico (Forlì-Cesena). L’identificazione dell’uomo è stata confermata anche dall’avvocato Fabio Pancaldi che assiste i familiari. Il 45enne probabilmente si è suicidato a quanto riportato da una nota dell’Ansa.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.