MONTEGIORGIO – Massiccia operazione delle Forze dell’Ordine nel Fermano con il coinvolgimento dei carabinieri di Fermo e Montegiorgio con il supporto di un elicottero da Pescara e l’unità cinofila delle Fiamme Gialle di Fermo.

E’ stato arrestato un 46enne di origine albanese, residente a Montegiorgio, per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

L’uomo, il 21 dicembre, a Magliano di Tenna aveva forzato un posto di blocco dei carabinieri con una Toyota. Un militare è stato urtato e ha riportato ferite ad una mano e un piede guaribili in tre giorni. Il malvivente è stato comunque bloccato e fermato poco dopo.

E’ stata perquisita l’abitazione del 46enne, un casolare poco fuori da Montegiorgio, ed è stata rinvenuta una raffineria artigianale dove l’uomo tagliava crack e cocaina. Rinvenuto anche un sistema di videosorveglianza illecito utilizzato dallo spacciatore. Nel casolare giungevano, in questi giorni e anche di notte, numerose vetture: con molta probabilità i “clienti” per l’acquisto delle droghe.

Sequestrati 400 grammi di cocaina e un grammo di crack suddivisi in dosi. Rinvenuti un bilancino di precisione, frullatore, sostanza da taglio, arnesi e contenitori per il confezionamento, un frullatore e 500 euro in contanti. L’auto dell’uomo è stata sequestrata, insieme ad un cellulare e all’illecito impianto di videosorveglianza.

Il 46enne è stato arrestato e portato nel carcere di Fermo.

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.544 volte)