SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Parte il progetto “Felicità è… accogliere”, nato in collaborazione tra Ambito Sociale 21, Consultorio e Associazione Famiglie Affidatarie Rete Solidale per dare continuità al servizio affido dei minori collocati in famiglia. Il primo evento si svolgerà sabato 5 gennaio a partire dalle ore 18.30 alla Kabina Welcome, in via Torino in zona Fosso dei Galli, a San Benedetto. Interverranno Roberto Mancini, docente di Filosofia all’Università di Macerata, Fania Beatriz Lucci, Psicologa e psicoterapeuta dell’età evolutiva, con le testimonianze di Betty e Andrea Consorti, della Casa Famiglia Nain e di altre famiglie affidatarie. Seguirà cena conviviale a buffet.

Hanno presentato il progetto il presidente dell’associazione Pino Manzoni, la dottoressa Simona Marconi dell’Ambito e il sindaco di San Benedetto Pasqualino Piunti. L’affido familiare risponde a bisogno dei minori di trovare una prospettiva di futuro che li tuteli e li custodisca nella crescita fisica, psicologica e affettiva; rispondere a questo bisogno attraverso una rete di famiglie ha un valore oltre che umano anche di natura sociale ed economica.

Le amministrazioni trovano in questo strumento una possibilità di abbattimento dei costi del collocamento dei minori in comunità che solo nel comune di San Benedetto del Tronto ha comportato, nel solo anno 2018, un esborso economico di oltre 700 mila euro. Il progetto troverà condivisione, sensibilizzazione e slancio nell’iniziativa del 5 gennaio di cui alleghiamo la locandina.

L'immagine può contenere: una o più persone e testo


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.