SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Viste le uscite pubbliche di questi ultimi giorni che parlano di un imminente trasferimento del mercato di Porto d’Ascoli nel tratto ovest di via del Mare, che nei fatti sembra non corrispondere al vero, ritengo utile una riflessione ad alta voce ed una risposta chiarificatrice da parte del sindaco Piunti”.

A parlare è l’esponente del Pd Claudio Benigni che ritiene indispensabile che il mercato si sposti (“in via Toti non ci sono i permessi”) ma denuncia una non chiarezza sulla futura sede dello stesso. “Un giorno via Mare, un giorno piazza del Redentore” scrive l’ex consigliere che punge sul famoso rimpasto di Giunta che Piunti dovrebbe effettuare.

“Appare chiarissimo che il rimpasto di Giunta ventilato è stato già effettuato” continua Benigni. “Chi si sta interessando da giorni e giorni della questione degli ambulanti è il consigliere semplice Carmine Chiodi, il quale esterna a go go sulla stampa le ipotesi sul futuro del mercato di Porto d’Ascoli, oscurando in tutto e per tutto l’Assessore al Commercio in pectore Filippo Olivieri.”

“Lo fa a ruota libera, ignorando bellamente i ruoli attribuiti dal sindaco Piunti, al punto che diventa impossibile immaginarsi la contrarietà di quest’ultimo. Che Carmine Chiodi difenda da anni gli interessi degli ambulanti nella sua storica funzione di rappresentante dell’associazione Commercianti lo sanno tutti. Che lo continui a fare oggi da consigliere comunale, non solo evidenzia un palese conflitto di interessi ma certifica senza dubbi un cambio di assetto all’interno dell’amministrazione” sostiene Benigni.

 

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.