MONTEPRANDONE – Una giornata di festa, musica e memoria per l’inaugurazione della Fonte Vecchia. Nella mattinata del 16 dicembre, da piazza dell’Aquila è partita la camminata della “PasseggiAvis di Natale” organizzata dall’Avis di Monteprandone, alla quale hanno preso parte le associazioni di volontariato e non del territorio, il gruppo Scout Monteprandone 1 e il Corpo Bandistico Città di San Benedetto del Tronto.

Dopo una breve excursus sulla storia della fonte ad opera dello storico Saturnino Loggi, il corteo a ritmo di musica ha raggiunto la Fonte Vecchia, dove è avvenuta la cerimonia del taglio del nastro per mano del sindaco, Stefano Stacci. “Da questa fonte non attingiamo solo l’acqua, ma anche la memoria. Memoria di quando le nostre donne venivano qui a riempire quotidianamente le conche ai tempi in cui l’acqua non era un bene scontato” afferma il primo cittadino, aggiungendo: “La Fonte Vecchia, insieme al lavatoio che sarà inaugurato a breve, costituisce una porta d’accesso al nostro territorio. E’ quindi un simbolo per il nostro paese, dove sempre più è in crescita il turismo”.

A queste parole, si aggiungono quelle del vicesindaco Sergio Loggi: “Ricordo quando da bambini, proprio nel periodo delle feste, venivamo qui a prendere il muschio e i girini. Vedere la fonte come nuova è un orgoglio per noi monteprandonesi”.

A chiudere la cerimonia l’intervento del presidente della Ciip, Giacinto Alati: “Non è solo un’inaugurazione. E’ un momento di vita, è la sintesi della storia che passa attraverso le nostre nonne e le nostre mamme”.

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.