GROTTAMMARE – Tutto pronto per una nuova stagione di teatro per ragazzi e famiglie in programma da gennaio al Teatro delle Energie di Grottammare.

Torna “Oh che bel castello!”, a cura dell’associazione Proscenio Teatro e del direttore artistico Marco Renzi. La rassegna si terrà dal 27 gennaio al 24 marzo 2019.

Il 27 gennaio 2019, alle ore 17, ci sarà lo spettacolo “Biancaneve ed i sette nani” a cura de I Guardiani dell’Oca.

Il 24 febbraio 2019, sempre alle ore 17, andrà in scena “Musi lunghi, nervi tesi” prodotto da Atg Teatro Pirata.

Il 24 marzo 2019, come di consueto alle ore 17, ecco “La Principessa e il Drago” del Teatrino dei Fondi.

Tre appuntamenti da non perdere per piccini e anche grandi.

Nella mattinata dell’11 dicembre si è svolta in Comune la conferenza di presentazione con il sindaco Enrico Piergallini e il direttore artistico Marco Renzi.

La stagione di Grottammare, nell’ambito del progetto TIR-Teatri in rete (riferita a 10 comuni dal Maceratese all’Ascolano), è l’unica che prevede teatro domenicale pomeridiano e teatro scuola (vedi anche http://www.proscenioteatro.it/stagioni/).

Il teatro per ragazzi e famiglie a Grottammare è arrivato alla quinta edizione con un successo di pubblico sempre crescente e che sembra replicarsi anche quest’anno: sono già stati sottoscritti 60 abbonamenti nonostante la comunicazione ufficiale parta oggi. 24 febbraio e 24 marzo; 11 febbraio e 21 marzo il calendario per la scuola. Le novità riguardano attività collaterali agli spettacoli: estrazione a sorte di 3 libri all’inizio di ogni spettacolo e merenda offerta da uno sponsor a conclusione.

Il sindaco ha aperto la conferenza stampa rinnovando la stima agli organizzatori: “TIR è la rete teatrale per ragazzi più grande  della regione. Quest’anno si compone di 3 appuntamenti di teatro domenicale e 2 appuntamenti dedicati alla scuola. Non è, dunque, soltanto un progetto di alto valore culturale ma assolve alla funzione sociale della domenica pomeriggio: se è vero che i ragazzi non si interessano alla lettura e se è vero che la famiglia è in crisi ecco un modo per arginare questi limiti. Con gli spettacoli abbinati alla scuola ecco che la formazione dei giovani diventa permanente”.

Il direttore artistico Marco Renzi ha sottolineato il valore di andare a teatro con la propria famiglia: “Cultura, spettacolo, formazione e socialità: questo progetto contiene tutti questi concetti. Siamo contenti della grande risposta del pubblico di Grottammare. In nessuno dei 10 Comuni della rete è stato raggiunto un risultato del genere, neanche a stagione avviata. Continueremo a lavorare affinché questo ambiente familiare sia ricreato anche a teatro non a caso abbiamo scelto lo slogan ‘Porta i tuoi figli a teatro…un giorno ti ringrazieranno’ ”.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.