SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Terza rescissione contrattuale in casa Samb nel giro di una settimana. Dopo gli addii di Matteo Minnozzi e Gabriele Kernezo lascia San Benedetto anche Marco Demofonti. Lo annuncia sul suo sito ufficiale la società rossoblu.

Classe 1998, il centrocampista romano era arrivato in rossoblu nell’estate del 2017 dalla primavera dello Spezia ma in un anno e mezzo non ha mai visto il campo praticamente, eccetto i 17 minuti in cui è stato impiegato durante un Gubbio-Samb di Coppa Italia del 10 ottobre del 2017.

Con l’arrivo di Pietro Fusco, dunque, i rossoblu stanno sfoltendo la rosa da alcuni fra i giovani che in questa stagione sono rimasti spesso tra panchina e tribuna. Resta da capire, al momento, se i rossoblu faranno operazioni in entrata (magari in attacco, al momento il reparto più sguarnito). C’è da mettere in conto, però, il fatto che i rossoblu al momento non possono tesserare calciatori nati prima del 1° gennaio del 1996 visto che le 14 caselle che concede il regolamento stilato in estate dalla Lega sono tutte occupate.

I 14, infatti, sono Sala, Zaffagnini, Biondi, Miceli, Cecchini, Celjak, Rapisarda, Gelonese, Signori, Caccetta, Ilari, Calderini, Russotto e Stanco. Per tesserare un altro Over 22 nel mercato di gennaio la Samb dovrà liberare una casella. Nel frattempo, se dovesse arrivare un attaccante, dovrà per forza di cose essere un giovane nato almeno nel 1996.

 


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.623 volte)