Spaccio di droga lungo la costa vibratiana, arriva il provvedimento di carcerazione per un cittadino albanese di 33 anni. Dovrà ora scontare 5 anni di carcere a Castrogno Elidon Ngjela, residente a Tortoreto e, al termine della pena, verrà espulso dall’Italia. E’ quanto gli è stato notificato nella mattinata di ieri dai carabinieri della locale stazione su provvedimento della Corte d’Appello di Pescara. Il 33enne è stato riconosciuto colpevole di una serie di reati legati allo spaccio di sostanze stupefacenti, commessi tra il 2011 e il 2016 tra le città di Alba Adriatica e Tortoreto. Dopo le formalità di rito, Elidon Ngiela è stato trasferito nel carcere teramano dove scontare la sua pena. Inoltre, nei suoi confronti è scattata anche l’interdizione legale e, finito di scontare la pena, dovrà essere espulso dal territorio nazionale.

A Bellante, invece, i carabinieri della locale stazione hanno arrestato, su ordine di carcerazione emesso del tribunale di Teramo, Maurizio Calabrese, 42 anni, del posto. L’uomo dovrà scontare una pena detentiva di 7 anni e mezzo poiché ritenuto colpevole di furto, rapina, e di varie violazioni in materia di stupefacenti. I fatti, commessi tra Bellante e Castellalto, si sono verificati tra il 2009 e il 2017. Il 42enne è stato rinchiuso nel carcere teramano di Castrogno.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 279 volte)