PORTO SAN GIORGIO – La De Mitri Volley Angels rispetta l’ostico pronostico ed esce sconfitta 3-0 (25-14, 25-19, 25-23) dal campo pugliese della Damiano Spina Oria.

Di sicuro era difficile auspicare un risultato positivo per Piersimoni e compagne, nella terza lunghissima trasferta di questo inizio di stagione, visto che Oria è terza in classifica e con una sola sconfitta.

Dopo un primo set in cui ace e muri punto hanno fatto da soli una differenza di +11 a favore delle atlete di casa, il resto dell’incontro ha vissuto un grande equilibrio, meglio evidenziato dalla durata dei set – un’ora e mezza per tre set – con scambi spesso prolungati e una capacità delle rossoblù della De Mitri di ben difendersi e contrattaccare.

Un vero peccato per il terzo set sempre condotto dalle marchigiane di Napoletano con merito e con una condotta di gara coraggiosa ed ordinata.

Un peccato evidenziato dai sei errori al servizio – tre in tutto nei primi due set – tra cui l’ultimo paradossalmente commesso dal gioiellino rossoblù, Giulia Tiberi, best scorer della De Mitri e fino a quel momento con zero errori al servizio.

Storie di volley e di quel pizzico di fortuna che per ora manca ancora alla compagine rossoblù, alla quale il calendario propone da qui alla fine del girone di andata quattro scontri diretti su cinque partite, che diranno una parola più vera su quelli che sono i veri valori in campo.

Partite da affrontare con la giusta concentrazione, con la mente sgombra dalle preoccupazioni di classifica, la prima delle quali si disputerà sabato alle ore 21 alla palestra Nardi di Porto San Giorgio contro le pugliesi del Noci.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 70 volte)