FOTO DI EMANUELA CHIAPPANI. LE FOTO SARANNO PUBBLICATE ANCHE SUL PROSSIMO NUMERO DEL SETTIMANALE RIVIERA OGGI

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – In corso in questo momento all’Auditorium Comunale Tebaldini di San Benedetto la cerimonia di premiazione dei migliori atleti del Piceno. Evento che è stato accompagnato da alcune polemiche sul mancato conferimento del premio al pilota Romano Fenati della Moto 3, per il secondo posto mondiale del 2017. A tal proposito abbiamo sentito il delegato Coni Provinciale Armando De Vincentiis.

Si inizia con i saluti dell’assessore allo Sport di San Benedetto Pierluigi Tassotti e del sindaco Pasqualino Piunti: “La premiazione è un atto d’amore verso un territorio che ha recepito che ci sono amministrazioni attenti alle associazioni e alle famiglie. Lo sport è anche un servizio sociale: i valori che accompagnano l’atleta fanno grandi la città e le famiglie. Io sono andato a scuola con Pierluigi Camiscioni che è proprio qui presente che è un esempio di sportivo. Dobbiamo essere un territorio unito e invece di autoflagellarsi mettiamo in mostra quel che abbiamo in vetrina”.

Presente anche il presidente regionale Coni Fabio Luna.

Aggiunge De Vincentiis: “Facciamo questo incontro a San Benedetto anche per ringraziare quello che le amministrazioni comunali hanno fatto per lo sport. Qui c’è la storia della ginnastica artistica, del pattinaggio, del rugby nazionale, dell’atletica leggera. La crisi economica sta danneggiando le società sportive, noi dobbiamo aiutarle. Dobbiamo aiutare i giovani anche quando sbagliano, dobbiamo essere genitori saggi. Ci giungono voci di un tentativo di modificare l’assetto istituzionale del Coni, e questo ci preoccupa. Da noi lo sport non si fa come nei paesi anglosassoni, dove ognuno ha il suo campus. Da noi sono fondamentali le società sportive. Non possiamo consentire che il Coni diventi solo un organismo che assiste gli atleti per le Olimpiadi, ma dobbiamo continuare ad assistere le federazioni sportive”.

Guido Castelli, sindaco di Ascoli, aggiunge: “Ascoli nella sua storia ha grandi gemme sportive. C’è una classe e una umanità applicata allo sport che ha consentito di individuare nello sport anche uno strumento di welfare popolare. Una città è giusta se non menoma l’aspirazione dei giovani di praticare lo sport. L’impiantistica è importante ma non servirebbe senza praticanti. Siamo reduci da una crisi che ha portato tante limitazioni, ma una in particolare ha cancellato gli apporti degli sponsor alle società sportive. Questo flusso è crollato, abbiamo sopperito con allenatori, dirigenti, appassionati dello sport che ci hanno consentito di passare la nottata in un momento così difficile”.

Da parte sua l’assessore allo Sport Massimiliano Brugni di Ascoli sottolinea come “abbiamo pensato di aiutare le famiglie dei ragazzi meritevoli e che non possono permettersi spese un contributo di 160 euro per consentire che possano continuare la loro attività”.

Presente anche l’assessore di Acquasanta Cortellesi il quale ha dichiarato che il Comune sta lavorando ad un bando sullo sport proprio per i Comuni colpiti dal terremoto per investimenti nelle attività sportive.

Fabio Sturani, rappresentante Comitati Regionali Area Centro saluta il pubblico e aggiunge che sono state “aumentate le risorse destinate all’Area Vasta 5 per la medicina sportiva in attesa della conclusione del bando uscito oggi”.

I premiati: 

Stelle Coni al merito sportivo

Designatore degli arbitri della Can di Serie B e già arbitro di Serie A Emidio Morganti: targa Coni: “L’emotività non è facile da gestire per un arbitro. Una precisazione scherzosa: sono di Ascoli e vivo a San Benedetto, quindi gioco sempre in casa”.

Stelle Coni e diploma al merito sportivo 2017 ad Ivo Panichi. Ha iniziato l’attività dirigenziale nel 1985. Ha creato gli impianti sportivi dell’Elettrocarbonium.

Bernardino Campitelli, Stella Coni, direttore del Tirassegno di Offida.

World Sporting Academy, Stella d’argento per merito sportivo nella ginnastica artistica.

 

Medaglie al valore sportivo

Federico Del Zompo, campione italiano di Vela, gareggia a Trieste: “La vela è uno sport bello quanto difficile. Spero di poter proseguire a lungo anche perché l’età non è così limitante come in tanti altri sport”.

Carlotta Paoletti, Campionessa Italiana di Boxe, gareggia con l’Ascoli Boxe: “Ho deciso di dedicarmi alla boxe perché non è il sesso che contraddistingue la passione per questo sport al quale mi sono avvicinata da sola vedendo la palestra vicino alla scuola”.

Premio speciale ad Anais Pedroni per i risultati sportivi ma anche quelli scolatici, atleta di pattinaggio, Pluricampionessa italiana, due volte campionessa italiana, gareggia alla Roller Green di Monteprandone: “Ringrazio chi mi ha conferito questo premio, io frequento il Liceo Sportivo a San Benedetto e così riesco a coniugare lo sport con lo studio”.

 

Palme di Bronzo

Gabriella Ricci, tecnico, di Cossignano, Asd Universo, nella danza sportiva.

Elena Konyukhova Elektrostal della World Sporting Academy di San Benedetto, ginnastica artistica.

Graziano Ciotti, di Cossignano, settore arti marziali, fondatore Asd Offida nel 1976.

 

Targhe Coni

Lisa Maria Ioctu, Delphinia Nuoto.

Emma Silvestri, Collection Atletica Samb.

Asd Rugby Samb.

Asd Collection Atletica Samb

Serafina Olmo, professoressa educazione fisica, Ufficio Scolastico Regionale.

Sandro Marcantoni, ufficio Sport Comune Ascoli Piceno.

Alessandro Amadio, ufficio Sport Comune San Benedetto.

Fabrizio Pasquali, responsabile arbitri Serie A pallavolo.

Ernesto Vagnoni, regista e autore di cronometraggio sullo sport.

Nazzareno Di Marco, atletica, lancio del disco.

Asd Stella del Mare.

Asd  Borgo Solestà.

 

 

 

 

 


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.653 volte)