SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Segui in diretta la conferenza stampa di presentazione del “Nuovo Sistema di segnalazione telematica dei cittadini”. Presenti il sindaco di San Benedetto Pasqualino Piunti e il comandante del corpo di Polizia Municipale Giuseppe Coccia. Presente anche Mania Cantalamessa. funzionario comunale, ed Eugenio Anchini, direttore Urp.

Un nuovo sistema di segnalazione dei problemi cittadini: è quello messo a punto dal Comune di San Benedetto. Per tutti i cittadini sarà possibile segnalare il problema accedendo all’home page del Comune di San Benedetto. Sarà possibile scrivere un testo e inviare due foto. Dopo qualche minuto arriverà una mail di attestata ricezione dop0 di che, ai sensi di legge, il Comune avrà 30 giorni di tempo per rispondere o intervenire.

Questo il link per scrivere le segnalazioni http://cityworks.comunesbt.it/CityForms/DynamicInput.aspx?UID_BASEPAGE=615968bf-7fdf-4ca5-ad9b-9fd2ec2a6ee1

Nel progetto sono coinvolti oltre 40 funzionari. Sarà possibile conoscere puntualmente la situazione del procedimento, contattando l’Urp o la Polizia Municipale.

Di seguito il video, trasmesso in diretta Facebook, della conferenza stampa e il resoconto delle dichiarazioni.

DIRETTA Segnalazione dei cittadini, arriva un nuovo sistema

Posted by Riviera Oggi on Wednesday, 5 December 2018

PASQUALINO PIUNTI, SINDACO: Se ricordate appena insediati parlai coi presidenti dei quartieri, perché già ne parlavo in campagna elettorale in merito al cosiddetto “Assessorato ai Lavoretti Pubblici”. Così garantiamo un servizio che va a coprire qualsiasi segnalazione. Su questa piattaforma lavorano 43 dipendenti che hanno riattivato la piattaforma che già c’era, rinnovandola. Ci hanno lavorato il comandante Coccia, il segretario generale Antuono, Eugenio Anchini dell’Urp e Mania Cantalamessa.

Per legge dobbiamo rispondere entro 30 giorni e in questo modo cercheremo di rispondere al meglio.

Ieri sera abbiamo informato tutti i Presidenti del Quartiere, in un incontro di circa 2 ore. C’era un clima molto positivo.

COMANDANTE POLIZIA MUNICIPALE, GIUSEPPE COCCIA: Cerchiamo di usare uno strumento che consente una modalità univoca di segnalazione. L’Urp aveva già un sistema del genere ma mancava un elemento, ad esempio come allegare immagini; inoltre già l’Urp girava le segnalazioni agli uffici. Noi abbiamo “riesumato” un software acquistato una decina di anni fa che aveva la funzione prevalente di mappare sul territorio un quadro dell’attività di manutenzione della città, per evitare doppi lavori e disservizi. Noi consentiamo l’inserimento delle segnalazioni direttamente da parte dell’utente.

Adesso riusciamo a fare in modo che i cittadini, tramite l’home page del sito, possono segnalare l’intervento, possono richiedere quello che desiderano e hanno la possibilità di allegare due foto; e quindi abbiamo contezza di quale sia l’intervento e valutare le priorità.

Verificheremo questo sistema e nel caso, in futuro, amplieremo ulteriormente il servizio in maniera ancora più innovativa.

In passato il cittadino magari chiamava, poi dopo una decina di giorni richiamava per capire a quale punto era la sua pratica mentre adesso tutti gli operatori sono in grado di verificare qual è la situazione di quel procedimento, possono dire quando è stata presa in carico e in che modo, oppure possono rispondere che l’intervento è stato effettuato.

Questo è un sistema attraverso il quale all’Urp soprattutto, ma anche negli uffici, sappiamo già in che fase è la sua richiesta.

MANIA CANTALAMESSA (Coordinamento tra i vari settori sia interni all’ente che esterno, ad esempio MultiServizi o PicenAmbiente): Ci sono due modi per segnalare, uno diretto, accedendo su Segnalazioni on line oppure indiretto su Servizi on line in cui si apre una pagina di benvenuto. I cittadini possono cliccare sull’icona con il lucchetto aperto: ci sono delle indicazioni sulla lunghezza del testo e sulla dimensioni delle foto.

Quindi il cittadino va in un “form” dove bisogna identificarsi, poi indicare in nome e per conto di chi si parla, ad esempio se si tratta di un privato cittadino, amministratore di condominio, quartiere, associazioni. Occorre segnalare l’indirizzo di e-mail che comprova l’avvenuta segnalazione con una mail di risposta. La segnalazione va localizzata. Ci sono dei campi obbligatori, dieci, da indicare (ad esempio Ambiente e territorio si divide a sua volta in commercio, eternint, scavi), il settore Qualità urbana /rifiuti indica ad esempio Cassonetti/mastelli, Pulizia strade e marciapiedi, rifiuti abbandonati e via dicendo.

Abbiamo rapporti con Multiservizi, Picenambiente, Quark, e anche Cpl Concordia ai quali invieremo la segnalazione per via telefonica.

Nella stessa segnalazione non si possono indicare due richieste; c’è quindi il tasto “Duplica segnalazione” per agevolare questo genere di richiesta.

E’ inoltre possibile fare un “sollecito“, nel caso in cui si ricorda precisamente la segnalazione già effettuata se non è stata risolta.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.786 volte)