MONTEPRANDONE – Continuano i posizionamenti in vista delle prossime elezioni amministrative a Monteprandone, dove si voterà il 26 maggio 2019 per il rinnovo del Consiglio Comunale e l’indicazione del prossimo sindaco. In una nota congiunta Sergio Loggi, attuale vicesindaco e assessore all’Urbanistica, Pacifico Malavolta, consigliere provinciale e comunale, e Fernando Gabrielli, assessore al Patrimonio, Viabilità e Ambiente, scrivono che “dopo 10 anni di ottima amministrazione targata Stefano Stracci va costruita una proposta al passo con i nuovi bisogni. Siamo convinti che i tempi siano maturi per iniziare un progetto di partecipazione ed ascolto che coinvolga tutte le forze politiche, sociali e civili aperte al dialogo ed al confronto, senza preclusione alcuna, affinché si possa elaborare una proposta che risponda alle nuove e mutate esigenze della città e della comunità di Monteprandone”.

In linea con quanto a noi comunicato da Loggi in questa intervista, i tre amministratori aggiungono: “C’è bisogno di proporre idee al passo con i tempi rispetto ad una situazione generale e ad una società profondamente cambiate e che continuano a cambiare rapidamente. Dunque è fondamentale avviare una campagna di ascolto per comprendere quali siano le nuove necessità di Monteprandone e soprattutto le nuove fragilità”.

Secondo i tre la “campagna di ascolto che dovrà portare alla costituzione di una coalizione in grado di inquadrare bene queste necessità e di andare oltre gli schemi classici, capace di guardare anche alla società civile che presenta tante realtà dinamiche e positive a Monteprandone. Partecipazione, campagna di ascolto e dialogo sono, dunque, i punti da cui partire per individuare poi gli uomini e le donne che avranno la responsabilità del governo del nostro territorio, premesso però che è ancora presto e assolutamente prematuro parlare di candidati sindaci e candidati consiglieri“.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.952 volte)