SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ha portato frutti i servizi di appostamento e pedinamento effettuati dai militari della Compagnia della Guardia di Finanza sambenedettese alla stazione di San Benedetto e nelle vicinanze in questi giorni.

L’area in questione, utilizzata da spacciatori quale punto di smistamento delle sostanze, è stata tenuta costantemente sotto controllo dalle Fiamme Gialle per più giorni attraverso.

Eseguiti dei fermi e controlli, con l’ausilio delle unità cinofile, nei confronti di passeggeri dei treni sia in partenza sia in arrivo.

Ed è proprio durante due di questi controlli, concentrati, in particolare nelle ore notturne, che sono state fermate due persone.

Una di queste, residente nel cuprense, alla vista dell’unità cinofila ha anche tentato una fuga subito interrotta dai finanzieri. I militari hanno trovato addosso al “pusher” piccole quantità di marijuana e di hashish, oltre a mille euro in contanti. Ed è stato proprio il quantitativo di denaro che ha determinato l’avvio della successiva perquisizione domiciliare sfociata con il rinvenimento di ulteriori 314 grammi di marijuana e piccole dosi di altri tipi di sostanze stupefacenti, compresa l’ecstasy.

Il secondo intervento, invece, ha coinvolto un uomo di nazionalità afghana residente nel napoletano, trovato in possesso di 210 grammi di eroina, 350 euro in contanti e diverse carte prepagate.

Entrambi sono stati tratti in arresto: il primo è finito agli arresti domiciliari, il secondo, invece, è stato condotto nel carcere di Marino del Tronto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Il materiale rinvenuto dai controlli è stato sequestrato.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.119 volte)