SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Notizie buone e altre meno buone dall’infermeria rossoblu. Per la sfida di domani la Samb ritrova il suo capitano, quel Francesco Rapisarda che in settimana si era fermato facendo preoccupare tutti ma che negli ultimi giorni ha recuperato e infatti, anche oggi, ha svolto tutta la rifinitura e domani dovrebbe essere regolarmente in campo per la sfida contro la Triestina.

Saranno solo 19 i convocati però, visto che la lunga sfilza di indisponibili si dovrebbe allungare coi nomi di Kernezo e Rinaldi, entrambi febbricitanti. Con loro non saranno della partita neppure Minnozzi, Demofonti, Bove, Panaioli e i lungodegenti Brunetti e Andrea Russotto, che sarebbe dovuto rientrare in gruppo a inizio settimana prossima ma che invece, da quanto carpito, ne avrà ancora per un po’ prima di riassaggiare il campo.

Discorso diverso invece per il nuovo arrivato Vedran Celjak, che domani si siederà in panchina ma che ha stupito tutti per come si è presentato agli allenamenti, praticamente già in forma partita tanto che Roselli non esclude un suo utilizzo a partita in corso (“se c’è bisogno certamente” ammette l’allenatore alla vigilia).

Dunque domani i rossoblu dovrebbero confermare gli 11 che hanno avuto la meglio della Feralpisalò domenica scorsa. Il modulo sempre il 3-5-2, contrapposto al 4-2-3-1 della Triestina che non avrà quasi certamente Mensah e Granoche, ma che può contare su Bracaletti, Beccaro e Petrella dietro alla punta Procaccio.

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.