Di Annalisa Coccia

MONTEPRANDONE – Al via il progetto didattico 2018-2019 della Federvol, per far conoscere a bambini e ragazzi delle scuole di Centobuchi e Monteprandone il piano di emergenza comunale per fronteggiare le situazioni di emergenza.

Alla conferenza stampa del 22 novembre, presso la sede Federvol di Centobuchi, è stato presentato il nuovo piano di emergenza comunale, opera dei geologi della Geoab snc Sara Abeti e Gianluca Bartolini, i quali spiegano: “Il piano, redatto nel 2014 e rinnovato nel 2017, ha lo scopo di informare funzionari e cittadini circa i compiti da svolgere e i comportamenti da tenere in caso di eventi calamitosi. In particolare, nel piano sono illustrati i luoghi considerati “sicuri” per la popolazione in situazioni di emergenza. Sono state individuate le cosiddette aree di ammassammento, le aree di Primo Soccorso e e le aree di accoglienza”.

Tale piano di emergenza sarà illustrato a bambini e ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado grazie all’azione della Federvol, associazione che dal 1993 unisce oltre 115 iscritti pronti a fronteggiare le emergenze.

Il Presidente di Federvol, Giordano Malaspina, spiega: “Abbiamo intrapreso quest’avventura per garantire una maggiore sicurezza negli edifici scolastici, dove ogni giorno trascorrono del tempo i nostri figli o i nostri nipoti. Inoltre, la nostra sarà anche un’opera di sensibilizzazione per coinvolgere nuove persone nella nostra associazione, in cui da parecchio tempo non c’è ricambio”.

Il progetto prevede che i ragazzi, divisi in gruppi, prendano parte ad incontri informativi e formativi con professionisti e volontari dell’organico provinciale e regionale e con diversi formatori e sostenitori che, a titolo gratuito, illustreranno le buone pratiche di Protezione Civile.

Le prime lezioni si svolgeranno domani, 23 novembre, e si concluderanno il 9 marzo 2019 con una esercitazione finale.

“Seppur per legge siano previste delle esercitazioni nelle scuole, per la prima volta avviamo un percorso continuativo di formazione grazie alla Federvol. Far conoscere a bambini e ragazzi le situazioni di emergenza è un’occasione per diffondere questa conoscenza alle famiglie” chiarisce la dirigente scolastica Francesca Fraticelli.

Sull’importanza del progetto interviene l’assessore alla pubblica istruzione, Daniela Morelli: “Si tratta di un progetto formativo ed educativo fondamentale anche per far conoscere ai giovani il mondo dell’associazionismo e del volontariato”.

In occasione di questa conferenza, il sindaco Stefano Stracci ha tenuto a presentare il nuovo comandante della Polizia Locale, l’avvocato Eugenio Vendrame, in servizio a Monteprandone da soli venti giorni, il quale conclude: “la popolazione deve essere messa a conoscenza del contenuto del piano di emergenza e diffonderlo nelle scuole è il modo più efficace, perché sono proprio i più giovani che portano avanti la cultura della prevenzione e della solidarietà”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.