SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sembra tornati al tempo della Fossa dei Leoni. Stavolta però il centro dell’attenzione cittadina, spostato all’ex impianto calcistico “Fratelli Ballarin”, riguarda il suo pessimo stato, e l’inizio della demolizione che per ora ha riguardato porzioni delle due tribune ovest ed est.

In una nota l’Amministrazione comunale specifiche che “dopo aver, seppur provvisoriamente, risolto la questione della viabilità nord sud attraverso l’apertura a doppio senso di circolazione della via ad est dello stadio, è tornata ad occuparsi stamane della questione dell’ex stadio Ballarin con un summit tra i tecnici del settore Lavori pubblici, il sindaco Pasqualino Piunti e il vicesindaco Andrea Assenti“.

“Il dirigente Farnush Davarpanah ha affidato all’ingegner Massimiliano Mestichelli l’incarico di redigere una perizia sulle condizioni di stabilità della tribuna ovest. Il tecnico ha già effettuato un sopralluogo e nelle prossime ore dovrebbe consegnare la sua analisi. L’Amministrazione poi trasmetterà l’esito di tale indagine alla Soprintendenza delle Marche per informarla dei passaggi successivi: qualora infatti fosse acclarata la pericolosità della situazione, si procederebbe con la procedura della somma urgenza all’emanazione dei provvedimenti finalizzati all’abbattimento della tribuna ovest”.

“In tal caso verrebbero utilizzati i fondi già previsti per l’eliminazione della curva nord e della tribuna est, essendo prioritarie le esigenze di sicurezza e di tutela della pubblica incolumità. Nel frattempo si valuterà l’opzione migliore per la temporanea collocazione dei carri ospitati nei capannoni in fase di smantellamento, tale comunque da escludere l’impiego dell’ex terreno di gioco” conclude la nota.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.