SAMB: Roncarolo, Ortenzi 6, Capleton, Quercia, Carancini, Bugionovo 9, Murtagh 24, Cesana 18, Lucenti, Pebole 22, Quinzi, Correia. Allenatore Daniele Aniello, assistente Carloni.

QUINTETTO: Ortenzi, Cesana, Murtagh, Pebole, Bugionovo.

MATELICA: Mbaye 4, Rossi 11, Sorci 13, Trastulli 14, Vissani 5, Vidakovic 2, Boffini 11, Tarolis 29, Pelliccioni, Selami. Allenatore Sonaglia, assistente Porcarelli.

QUINTETTO: Rossi, Trastulli, Sorci, Vidakovic, Tarolis.

Parziali: 26-21, 19-18, 18-23, 16-27.

CLICCA QUI: TUTTE LE STATISTICHE

ARBITRO: Antimiani e Di Santo.

COMMENTO FINALE: Una Samb Basket gagliarda che è partita benissimo arrivando a +13 nei minuti iniziali, mantenendo il vantaggio fino ai primi minuti dell’ultimo quarto quando poi la freschezza del Matelica, corazzata del girone, ha avuto la meglio e così i biancorossi sono dilagati negli ultimi 4 minuti. Eccezionale Murtagh in avvio, con 14 punti nel primo quarto, gli ospiti hanno marcato stretto Bugionovo. Più efficienti nei tiri liberi (80% Matelica, 68% Samb) e più precisi sia nei tiri da 2 che da 3. Ortenzi, cecchino dalla distanza, in ombra per la Samb in questa prova. Complessivamente i ragazzi di Aniello hanno disputato un buon incontro, soffrendo sui rimbalzi solo nel terzo quarto, quando è subentrato Mbaye. La differenza, probabilmente, l’ha fatta la panchina lunga del Matelica.

SEGUI LA DIRETTA VIDEO

Samb basket- Matelica

Posted by Riviera Oggi on Sunday, 18 November 2018

Posted by Riviera Oggi on Sunday, 18 November 2018

PRIMO QUARTO

Prima palla per la Samb con Bugionovo che va a canestro dopo 20 secondi e porta in vantaggio i rossoblu: partenza poi lampo per gli uomini di Aniello, con Pebole che va a canestro da 3, 5-0 dopo 40 secondi. Una Samb ottima in avvio, dopo il canestro di Vidakovic è Murtagh ancora da 3 e poi lo stesso Murtagh ancora a canestro da 2: dopo due minuti Samb 10 Matelica 2, + 8 per i rossoblu e time out chiesto dal Matelica.

Riparte bene il Matelica con Tarolis, ma subito risponde Cesana che va a canestro e subisce fallo, 13-4, +9. Situazione che si stabilizza con un Matelica attento in difesa anche se poi arriva il canestro di Murtagh e poi Pebole, e si va sul 17-4, partenza fulminante per la Samb che sta a +13 a 5 minuti dall’avvio. Accorcia Trastulli e poi arriva un mini-break di risposta di Matelica, 17-11 con tiro libero per Trastulli  e quindi 17-12. Aniello chiama un break ma il Matelica è in palla dopo il difficile avvio, dopo un canestro da tre degli ospiti Murtagh va ancora a canestro da 3 e si va sul 21-15. Intanto Quercia entra al posto di un Ortenzi ancora a secco.

Due ferri intanto di Cesana dai tiri liberi quando manca un minuto al termine. Aniello intanto mette dentro Roncarolo e Ortenzi per Quercia e Cesana. Intanto Murtagh scatenato parte in contropiede e realizza un canestro e subisce fallo. Mancano 46 secondi, Aniello fa respirare Bugionovo ed entra Quinzi mentre Murtagh non sbaglia neanche il libero, 24-17.

A 30 secondi dal termine va a canestro Rossi. Risponde la Samb con il solito incontenibile Murtagh, autore già di 12 punti. Purtroppo Quinzi commette un fallo su tiro da tre quando il tempo è letteralmente finito, restano tre tiri liberi per Matelica.

SECONDO QUARTO

Subito Matelica con una tripla di Sorci, risponde Pebole con un’azione ostinata: 28-24. Pebole alla grande da tre punti, si va sul 31 a 24 dopo due minuti e mezzo. Un quarto più equilibrata in questa fase, con il Matelica che riesce a condurre la Samb sempre al limite dei 24 secondi di gioco per azione, con capitan Bugionovo marcato a vista tanto che spesso non riesce a garantire la velocità di gioco che gli è propria. Ci pensa poi coach Aniello, sul 34-32, a prendersi un time out e a quel punto la Samb piazza un break importante grazie a Pebole e Cesana, mentre Murtagh sta provvisoriamente riposando, con Quercia e Ortenzi sul parquet. Così si va al 41-32 quando mancano 3 minuti. Stavolta è il Matelica a chiedere una pausa.

E se Ortenzi ancora manca il tiro da tre, Vidakovic realizza un tiro da tre così a 2 minuti dalla fine siamo 41-34 e quindi 41-36. Ma con Bugionovo adesso tornato inafferrabile Cesana va a canestro agevolmente sottorete. Ad un minuto dalla fine siamo 43-39. Aniello rimette dentro Murtagh.

Arriva anche il canestro di Ortenzi al termine di un’azione applaudita per il recupero di Bugionovo dopo un corpo a corpo e un rimbalzo di Cesana. Partita che così termina la sua prima parte sul punteggio di 45-39, + 6 per la Samb dopo un massimo di +13.

TERZO QUARTO

Qui la diretta video

Samb – Matelica 2 tempo

Posted by Riviera Oggi on Sunday, 18 November 2018

Aniello riparte col quintetto base: Murtagh, Pebole, Ortenzi, Cesana, Bugionovo. Nessun canestro nel primo minuto. Parte bene il Matelica che arriva a -2 dopo un canestro di Tarolis, ma poi capitan Bugionovo riprisina le distanze, 48-43 dopo due minuti e mezzo.

Matelica non molla ma Pebole va ancora al canestro da tre, 53-45 la Samb torna a +5, poi Tarolis, davvero super adesso, realizza due punti e poi il libero seguente al fallo subito. Mancano 6 minuti al termine del quarto.

Adesso Matelica gioca la carta Mbaye che in pochi minuti giganteggia sui rimbalzi sia offensivi che difensivi, Aniello corre ai ripari e chiede il time out sul 53-52, + 1 Samb e vantaggio minimo dall’inizio gara.

Matelica che va in vantaggio grazie ad una tripla di Rossi, anche se continua a creare difficoltà Mbaye, così il Matelica passa in vantaggio, 53-55, + 2 per gli ospiti. Il solito Murtagh risolleva i rossoblu, con un colpo da tre punti che riporta la Samb in vantaggio. Poi con una difesa estrema viene fermato Mbaye al rimbalzo. Infatti lo stesso numero 1 ospite va a canestro riportando il Matelica in vantaggio, 56-57.

La Samb intanto prende un po’ le misure a Mbaye anche grazie all’ingresso di Carancini che riesce a rimediare con la sua fisicità possente. Mentre Matelica però si carica di falli, Tarolis è al quarto fallo mentre sia Murtagh che Bugionovo non sbagliano i liberi e recuperano il vantaggio ospite, da +4 a 60 pari quando mancano 23 secondi.

La Samb guadagna un altro fallo con Ortenzi a 6 secondi dalla fine, sul 60-62. Solo uno va dentro, 61-62, ma Cesana commette fallo in attacco così Pelliccioni va al libero dalla parte opposta, ma commette un doppio errore.

Grande Samb sulla sirena: mancano 3 secondi e una combinazione rapida Carancini-Quinzi-Cesana, con quest’ultimo che tira allo scadere e mentre suona la sirena il canestro porta la Samb a +1, 63-62.

QUARTO QUARTO

Subito a canestro Matelica ma risponde Murtagh con una bella giocata, risponde da 3 Sorci così si va sul 65-67, + 2 Matelica, massimo vantaggio ospite. La Samb deve puntare al fallo per Tarolis, che è caricato già da 4 falli. Intanto rientra Pebole per Carancini.

Tarolis che però va a canestro, + 4 per i rossi a 7 minuti dal termine. Mbaye costretto ad uscire perché anche lui raggiunge i 4 falli. Fischiato un fallo antisportivo a Vissani, quindi quattro tiri liberi per Cesana che aveva subito già una carica. Siamo 65-69, dopo i quattro tiri liberi siamo 68-69 a 6:22 dal termine.

Tarolis va a canestro ma poi Pebole va da 3, 71 a 71, pubblico in visibilio ma Boffini risponde, anche i tifosi del Matelica esultano: 71-74 a 5 minuti dalla fine, quindi 71-76 ma Cesana vince rimbalzo, difende palla e va a canestro, 73-76 e arriva un fallo di sfondamento in attacco. Time out chiesto da Aniello a 4:15 dal termine, che partita e che finale si prospetta.

Si riprende con un fallo in attacco di Bugionovo. Vissani carica la tripla a 3:33 da giocare, 73-79 con fallo su Pebole, fischiato antisportivo. Protestano gli ospiti. Pebole ne fa uno, 74-79 a 3:29. Samb adesso che si difende bene sui rimbalzi ma stecca in attacco.

Purtroppo proprio negli ultimi minuti il Matelica viene fuori, chiude bene in difesa mentre non ci sono errori in attacco, si va sul 74-83 a 55 secondi dalla fine con l’ultimo time out chiesto da Aniello. Purtroppo nel finale il Matelica ha fatto valere il suo valore, riuscendo a bloccare gli avanti della Samb e chiudendo così 89-79, +10 dopo che fino a 4 minuti dalla fine la gara era in equilibrio.

INTERVISTE POST-GARA: COACH ANIELLO E DAVIDE CESANA

 

 

 

 

 

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.