GROTTAMMARE – All’interno della XXIV stagione culturale dell’Associazione Blow Up intitolata Labirinti Familiari prosegue la serie diconferenze che rappresentano un momento importante di riflessione e approfondimento sulle relazioni familiari. Dopo l’avvincente serata che lo psicologo Franco Lolli ha dedicato alla famiglia, Giovedì 15 novembre alle ore 21.15, presso il nuovo spazio dell’Ospitale, Casa delle Associazioni, al paese alto di Grottammare, ci sarà un altro ospite di grande prestigio, Roberto Cresti, critico e storico dell’arte, docente di Storia dell’arte contemporanea e di Storia delle arti del Novecento presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Macerata. Cresti affronterà il tema della paternità con un percorso chiamato “Dedalo, l’ombra del padre. Forme moderne del labirinto nell’arte“, e ci porterà attraverso immagini e parole alla scoperta degli incroci tra la prospettiva paterna e quella enigmatica del labirinto.

Roberto Cresti, curatore di numerose mostre in tutt’Italia, ha pubblicato saggi su artisti, critici e movimenti artistici del XIX e del XX secolo, tra i quali Arnold Bocklin, Telemaco Signorini, Diego Martelli, Giovanni Zuccarini, Gualtiero Baynes, Ardengo Soffici, Wassily Kandinsky e il “Cavaliere Azzurro”, Ivo Pannaggi, Anselmo Bucci, Diego De Minicis, Arnoldo Ciarrocchi, Mario Giacomelli, Alberto Burri, Joseph Beuys, la transavanguardia.

Durante il corso della stagione seguiranno poi altre serate di approfondimento sui temi della maternità, dei figli e sull’evoluzione storico-antropologica della famiglia.

L’ingresso è gratuito con tessera-abbonamento alla Federazione Italiana Cineforum 2018-2019, rilasciata dall’Assocazione Blow Up al costo di 10 euro e che può essere sottoscritta rapidamente all’ingresso. La tessera F.I.C. consentirà di partecipare liberamente a quasi tutte le iniziative del ricco calendario della rassegna.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.