PORTO SANT’ELPIDIO – Una perquisizione della Polizia di Stato fermana nei confronti di un albanese, a Porto Sant’Elpidio, ha portato in questi giorni alla scoperta di un’importante giro di droga.

L’uomo, risultato anche irregolare sul territorio nazionale, si appoggiava in un appartamento di un conoscente ed alla vista degli investigatori che lo stavano pedinando sino davanti casa ha cercato invano di disfarsi di una dose di cocaina che aveva con sé, pronta per lo spaccio, ma anche delle chiavi di quell’appartamento che per lui era la segreta base operativa.

I poliziotti sono entrati nelle stanze e hanno ritrovato circa 530 grammi di cocaina, dei quali 426 in un unico blocco, ed altre tre dosi pronte per lo spaccio. Rinvenuti anche altri tre involucri da circa 30 grammi l’uno della medesima sostanza ed attrezzature per il confezionamento.     

“Considerata la tipologia del confezionamento e l’attuale prezzo sul mercato del dettaglio della cocaina si può oggettivamente ipotizzare che quanto sequestrato potesse fornire circa 2 mila dosi per il consumo personale, corrispondente ad un controvalore di circa 50 mila euro” affermano dalla Questura di Fermo.

Lo straniero è stato arrestato in flagranza per il delitto di detenzione ai fini dello spaccio di cocaina e, constatata contestualmente la sua irregolarità sul territorio dello Stato, denunciato anche per la violazione della specifica normativa sugli stranieri.

Adesso si trova nel carcere di Fermo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria locale.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.