VICENZA –  La Samb esce dal Menti con una sconfitta, l’8^ della sua storia nello stadio vicentino. Le interviste dei protagonisti.

Giovanni Colella (mister Vicenza): “Noi abbiamo speso molto e la Samb giustamente è uscita fuori nella ripresa. Ma ci tengo a dire che la Samb è un’ottima squadra costruita per vincere il campionato, non bisogna farsi ingannare dalla loro posizione, in fondo alla classifica. Abbiamo avuto pazienza perché sapevamo che la Samb avrebbe fatto questo tipo di partita, oggi potevamo vincere solo così. Se nel primo tempo fossimo stati più frenetici avremmo rischiato, invece siamo stati bravi a tenere quasi sempre il pallone senza rischiare.”

 

Davide Di Pasquale: “Abbiamo fatto una bella partita in un campo difficile, loro sono stati bravi a sfruttare la prima e ultima occasione che hanno avuto nella partita. La Samb? Oggi ho visto un atteggiamento giusto che dobbiamo ripetere partita dopo partita. Samb in crescita? “Siamo più quadrati, c’è più equilibrio, oltre a essere un buon gruppo abbiamo giocatori di qualità. Ci siamo impegnando e sacrificando tutti, dal primo all’ultimo, poi purtroppo qualche volta i risultato non arrivano. Il gol subito? “Giacomelli è un grande giocatore ma potevamo fare meglio, potevamo scappare indietro. Però questa è stata l’unica loro occasione e nel secondo tempo meritavamo il pari.”

Giorgio Roselli: “Le parole di Colella? Da una parte devo dargli ragione ma dall’altra secondo me poteva risparmiarsi di dire che la Samb è stata costruita per la promozione”, Sulla partita. “Questa è una sconfitta tra le più ingiuste che ho vissuto da quando alleno. Noi siamo ancora a vedere cosa siamo e questi ragazzi continuano a stupirmi. Oggi abbiamo affrontato una squadra forte, ben allenata, con una proprietà molto forte. Il risultato è ingiusto francamente ma il calcio è questo, chi fa calcio da tanti anni lo sa. La Samb poteva fare di più? Dobbiamo guardare congruamente la situazione: siamo partiti dal non riuscire a fare quasi nulla a fare qualche errore, questa è la verità. In questo momento eviterei di cercare il pelo nell’uovo”.

Nicola Pasini (difensore Vicenza): “La difesa ha tenuto bene, Stanco per esempio è molto bravo anche tecnicamente oltre che di testa, è atipico. Grandi (il portiere n.d.r.) oggi ci ha aiutato soprattutto su quel colpo di testa di Calderini. Siamo stati compatti e abbiamo meritato, forse dobbiamo migliorare nella gestione del finale di partita.”

Stefano Giacomelli (attaccante Vicenza, autore del gol partita nella foto sotto): “Oggi devo dire che è stata una partita difficile. Il Vicenza ha fatto un primo tempo a ritmo molto alto e ha chiuso in vantaggio meritatamente. Nella ripresa invece questa si è rivelata una delle partite più difficili dell’anno. Siamo stati bravi a portarla a casa perché la Samb a un certo punto ci ha messo in difficoltà e dobbiamo ringraziare anche i tifosi; Sono davvero contento per il gol di oggi e per il momento. Non segnavo così tanto (8 gol finora) da anni e mi sto togliendo qualche sassolino dalla scarpa dopo qualche stagione buia.”

Franco Fedeli: “Chi è il prossimo dopo Moneti? Avanti un altro. Non ho potuto assistere alla partita per motivi personali ma mi hanno detto che abbiamo giocato bene, specialmente nel secondo tempo e che avremmo meritato di pareggiare. Adesso, anche in funzione di questo miglioramento, è importante non abbattersi come è successo dopo le altre sconfitte esterne. Perché Roselli porta tutti le riserve in panchina poi ne sostituisce solo due e gli altri 4 o 5? Non lo so chiedetelo a lui, avrà i suoi buoni motivi”.

 

 

 


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.986 volte)