CIVITANOVA MARCHE – La biodiversità e la gestione dei beni naturali sono stati i temi portanti dell’incontro divulgativo che si è svolto presso l’aula magna dell’Istituto “Da Vinci” di Civitanova Marche, all’interno del progetto “Giornate delle Scienze”.

Nell’ambito dell’incontro, durante il quale alcuni alunni della scuola hanno presentato il lavoro svolto nel corso dell’A.S. 2017/18, gli interventi dei relatori hanno riguardato la gestione e  conservazione dei beni naturalistici di Civitanova e dintorni, con buone pratiche e spunti provenienti da altri territori costieri.

La ricercatrice sambenedettese Martina Capriotti ha approfondito la problematica della plastica in mare e delle bioplastiche, mentre Marta Macrillanti ha illustrato ai ragazzi il progetto virtuoso del comune di Cupra Marittima, ‘Cupra per l’ambiente’”.

L’associazione Marche a rifiuti zero ha per oggetto la tutela dell’ambiente dagli agenti inquinanti, anche in riferimento ai rischi per la salute, e la divulgazione dei principi dell’ecologia, dell’uso di fonti rinnovabili, del recupero e riciclo dei beni usati e delle pratiche per l’implementazione e il raggiungimento della Strategia Rifiuti Zero.

L’associazione fa parte di una rete di associazioni (Zero Waste Europe) che da anni si muove a livello nazionale ed internazionale per sostenere attività in contesti culturali, didattici e sociali di sensibilizzazione ambientale finalizzate allo sviluppo sostenibile.  L’appuntamento di oggi con l’istituto “Da Vinci” di Civitanova Marche si inserisce proprio nei progetti dell’associazione rivolti alle scuole che hanno come obiettivo la diffusione della cultura della riduzione dei rifiuti, del riuso e del riciclo e l’illustrazione del pacchetto europeo sull’economia circolare.

Far conoscere la Strategia Rifiuti Zero significa far prendere coscienza ai ragazzi della crisi globale del nostro Pianeta e della necessità di partecipare alla sua risoluzione da cittadini consapevoli e attivi, a vantaggio della salute della Terra e dei suoi abitanti.

Un’ottima occasione per gli alunni per confrontare il loro lavoro di conoscenza e monitoraggio dell’ambiente naturale di Civitanova Marche con gli aspetti legati alle problematiche ambientali, alla gestione dei beni naturali e alla conservazione di habitat e specie in generale.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 141 volte, 1 oggi)