SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Lega dà ufficialmente il benvenuto a Emidio Del Zompo all’interno del partito. Lo fa con una conferenza stampa in cui viene annunciato che il consigliere di maggioranza entrerà nel gruppo misto assieme all’ex Pd Pasqualino Marzonetti. Del Zompo, eletto con la civica “Siamo San Benedetto”, resterà in orbita Piunti e si dice “vicino alla Lega dalle elezioni politiche del 2011” oltre che pronto a dare il suo contributo su temi, importanti per le strategie del Carroccio, “sicurezza in primis”.

Il partito di Salvini dunque acquisisce sotto la sua bandiera un pezzo della maggioranza e lo fa in un’ottica di espansione che da qualche mese sta interessando tutto il Piceno. Sulla scia del successo che le ultime politiche hanno regalato. La sezione principale, composta da circa 20 persone, resta ad Ascoli ma altre sono pronte a sorgere a Grottammare, Castel di Lama e Monsampolo dove il Carroccio ha anche un consigliere, Riccardo Gagliardi. 

Con le amministrative 2019 alle porte, le quali saranno seguite a ruota dalle Regionali 2020, la Lega prepara il terreno. Consapevole di esercitare una notevole forza gravitazionale attorno a un’area, quella di centrodestra, che ha perso in Forza Italia quel polo accentratore che negli ultimi vent’anni (e oltre) ha caratterizzato le coalizioni di centrodestra. “Sappiamo che in questo momento il partito esercita un grande appeal ma distingueremo bene chi entrerà con noi per fini personali e per una candidatura da chi invece condivide i nostri temi” precisa il coordinatore provinciale Andrea Antonini. In ogni caso per adesso non si strizza l’occhio ai 5 Stelle, partner di Governo ma per adesso tenuti a distanza da eventuali accordi elettorali a livello locale. Per l’appuntamento che porterà nella prossima primavera al voto diverse città picene “l’indicazione è quella di muoverci assieme a Forza Italia e Fratelli d’Italia” mette in chiaro sempre Antonini. Stesso discorso per le Regionali “in cui di certo ci sarà un nostro candidato legato a San Benedetto”.

E a San Benedetto per adesso il proselitismo nell’emiciclo è finito (“smentiamo contatti col vicesindaco Andrea Assenti” dice sempre il coordinatore provinciale) ma non il lavoro sul territorio. “Il 17 novembre metteremo in piedi un incontro pubblico, alle 19, chiamato “La Lega ascolta San Benedetto” rivela la coordinatrice comunale Laura Gorini. “Uno dei temi fondamentali per noi in questo momento è l’Ospedale Unico. Su questo argomento San Beedetto e Ascoli sono unite per il No”.

 


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 413 volte, 1 oggi)