ASCOLI PICENO – Le farmacie della provincia di Ascoli Piceno, come in tutte le altre province marchigiane, sono di nuovo in campo contro il diabete : da lunedì 12 novembre a domenica 18, in concomitanza con la  Giornata Mondiale del Diabete,  si potranno effettuare lo screening del diabete e ricevere utili suggerimenti.

Pasquale D’Avella, presidente di Federfarma Ascoli pone l’accento sul fatto  che “ l’annuale edizione della campagna nazionale di Federfarma riafferma che la farmacia è luogo e  strumento per una  efficace educazione sanitaria rivolta ai cittadini ,  finalizzata alla prevenzione del diabete”. Prosegue “ nella nostra provincia saranno 31  le farmacie a disposizione dei cittadini di tutte le età per uno screening gratuito , suggerimenti ed una comune azione per fronteggiare  una malattia di grande diffusione” . Sostiene che “la farmacia rappresenta il punto di riferimento più frequentato dagli assistiti e in particolare dai malati di diabete, se i centri specialistici regionali vedono in media il paziente non più di due volte l’anno,  le nostre  farmacie invece due volte al mese,  la   farmacia assicura  un contributo fondamentale nella gestione del paziente diabetico, abbiamo l’ ennesima occasione per dimostrare le potenzialità della farmacia del territorio nella prevenzione e nel monitoraggio epidemiologico”.

E’ noto   che il  diabete mellito è la malattia cronico-degenerativa di maggior impatto sociale tanto che l’organizzazione Mondiale della sanità prevede,  nei prossimi anni,  una crescita esponenziale della patologia in tutti i continenti,  perché  questo fenomeno è sostanzialmente legato a stili di vita non corretti. Nella regione Marche, oltre il 30% degli assistiti da centri specialistici diabetologici ha più di 75 anni con la  necessità di assistenza particolare , dal punto di vista sanitario e della terapia ipoglicemizzante. Sono più di 75.000 le persone nelle Marche che dichiarano di avere il diabete , il  4,9% della popolazione, un dato leggermente inferiore alla media nazionale che supera il 5%.

D’Avella , che è anche presidente di Federfarma Marche , sottolinea “con questa settimana di sensibilizzazione nelle farmacie vogliamo contribuire a ridurre le conseguenze individuali e sociali della malattia diabetica ,  adeguando la capacità di risposta del sistema che si deve articolare sulla piena collaborazione tra  medico di base , specialista diabetologico e farmacista”.

“Abbiamo la certezza , dopo i risultati concreti dello scorso anno  che anche nel 2018 la farmacia marchigiana si possa confermare struttura di professionisti , radicati sul territorio ,  attivi  in materia  di prevenzione e nel monitoraggio epidemiologico ,  in piena  sintonia con il  Servizio sanitario Nazionale”.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 74 volte, 2 oggi)