SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Vai con la musica. Così il concerto di Malika Ayane al PalaRiviera di San Benedetto, se da una parte è stato un successo per la “data zero” del tour della famosa cantante, dall’altra origina uno strascico di polemiche sulle prenotazioni (costose) dei posti nelle prime file e la decisione di riservare quegli stessi posti, regolarmente acquistati, alle autorità cittadine.

Anche se dalla Best Eventi, agenzia pescarese che ha organizzato il concerto, arriva subito la minimizzazione del fatto: “Sono soltanto sei posti, venduti per due volte ciascuno, per errore delle due agenzie di vendita” ci dice il responsabile. Agenzie che sono la Ciao Tickets e la Ticket One.

Sei – Riviera Oggi ha già raccolto tre testimonianze dei diretti interessati – gli spettatori che avrebbero acquistato i biglietti per la prima fila, disponibile on line fin dal momento dell’annuncio del concerto sambenedettese, al costo di 40 euro più 6 di prevendita. Purtroppo è arrivata poi la sorpresa: “Siamo arrivati nel posto stabilito ma ho trovato che le poltrone a noi riservate erano destinate alle autorità” confida uno dei malcapitati. A quel punto hanno tentato di ottenere spiegazioni dagli organizzatori, i quali, tuttavia, hanno mostrato imbarazzo per la situazione creata.

Si è verificato anche un battibecco col sindaco di San Benedetto, Pasqualino Piunti, che era uno degli invitati con posti riservati. La vicenda, diffusa anche via social, è arrivata anche a Malika Ayane la quale su Instagram ha risposto a diversi fan (pubblichiamo di seguito alcune sue scuse indirette per quanto accaduto). La Ayane, che ha postato anche delle belle foto da San Benedetto, il prossimo 6 novembre sarà a Genova dove inizierà il tour vero e proprio.

La Ayane si è mostrata molto disponibile con coloro che si stanno lamentando di quanto accaduto, come dimostrano le sue risposte.

 

 

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.