SAMB: Sala, Biondi, Di Pasquale, Zaffagnini, Cecchini, Rapisarda, Gelonese, Signori, Rocchi, Calderini, Stanco. A disposizione: Rinaldi, Miceli, Di Massimo, Demofondi, De Paoli, Islamaj, De Paoli, Minnozzi, Panaioli, Gemignani. Allenatore Roselli.

PORDENONE: Bindi, De Agostini, Stefani, Barison, Burrai, Berrettoni, Semenzato, Ciurria, Damian, Magnaghi, Candellone. A disposizione: Meneghetti, Bombagi, Germinale, De Anna, Bertoli, Misuraca, Cotroneo, Florio, Bassoli, Cotali. Allenatore Tesser.

NOTE: cielo nuvoloso, leggera pioggia in avvio. Prato in buone condizioni. Temperatura circa 15° C. Scarso il pubblico, probabilmente record stagionale negativo.

PRIMO TEMPO

La Samb attacca verso la curva sud dove sono presenti circa 10 tifosi ospiti.

6′ Azione della Samb che si sviluppa sulla sinistra, palla centrale messa da Calderini, velo di Rocchi e Stanco dal limite dell’area piccola colpisce di sinistro, Bindi intercetta ma non riesce ad evitare il gol, palla che si deposita in fondo al sacco. 1-0

9′ Samb implacabile: azione ripetuta, Signori lancia in mezzo Calderini, Bindi esce alla disperata e gli impedisce di tirare, Calderini si allarga e mette in mezzo scavalcando Bindi, Signori di testa mette in porta. 2-0. Pubblico scatenato, Pordenone suonato.

Avvio strepitoso della Samb che ha segnato con i suoi due uomini più in palla in questo inizio gara. Stanco tiene da solo tutto il reparto mentre Signori cuce alla perfezione i reparti di difesa e attacco.

15′ Prova a reagire il Pordenone, cross dalla destra, Berrettoni di testa nella mischia ma la palla finisce alto.

18′ Ci prova anche Calderini, su punizione: destro tagliato sul primo palo, palla che termina di poco a lato.

19′ Pressing a tutto campo della Samb con Signori vero jolly in grado di fare davvero la differenza come da lui ci si attendeva.

20′ Tacco di Stanco che libera Rocchi: controllo e sinistro di prima intenzione in area, stavolta Bindi si supera e respinge coi piedi.

21′ Primo angolo della partita a favore della Samb.

23′ Azione superlativa della Samb: Cecchini intercetta la ripartenza ospite e avvia il contropiede, palla a Signori e di nuovo a Cecchini in mezzo all’area, tenta il triangolo finale con Bindi che salva sulla linea.

24′ Reagisce ancora il Pordenone e Sala risponde alla grande: prima deviando coi piedi su un conclusione dalla distanza spizzata da un difensore, poi alzando sopra la traversa un imperioso stacco di testa di Candellone.

25′ Partita spettacolare davvero al Riviera: traversone di Calderini, basso, Stanco in tuffo devia di testa, Bindi superlativo manda in angolo. Calcio di rara intensità in Serie C. Benissimo anche l’esordiente, da titolare, Rocchi.

31′ Occasionissima ancora per la Samb: ancora una palla intercettata sulla mediana, ne approfitta Calderini che scatta palla al piede dalla linea di centrocampo, arriva al limite dell’area di rigore e serve alla perfezione l’accorrente Gelonese il cui tiro a colpo sicuro viene respinto in angolo dal recupero di Berrettoni.

35′ Semenzato calcia dai 25 metri, Sala in tuffo manda in angolo.

37′ Azione spettacolare ancora una volta della Samb: Gelonese esce palla al piede dalla trequarti difensiva, resiste ad una carica, appoggia sulla destra per Calderini: situazione di 4 rossoblu contro 3 ramarri, Signori si avventa sulla palla e Bindi in uscita respinge, ma era fuorigioco.

40′ Due calci d’angolo consecutivi per il Pordenone molto pericoloso sui calci piazzati. Sul secondo la palla sfila oltre la mischia in cui si era lanciato anche Sala e la sfera termina sul fondo poco distante dal palo.

41′ Entusiasmante davvero questa sfida: Calderini lancia in profondità Cecchini, l’esterno supera di slancio Bindi e per un nonnulla non riesce a deviare nella porta sguarnita, il pallone esce di poco sul fondo a mezzo metro dalla linea di porta. Applausi a scena aperta del pubblico.

43′ Ancora Samb, incontenibile, stavolta Rocchi recupera, salta un avversario e si lancia in contropiede, ancora superiorità numerica rossoblu, palla a Calderini che perde l’attimo giusto, recupera Gelonese e tira dalla distanza, nulla di fatto.

45′ Calderini prova il numero, calcia da 45 metri di prima con Bindi fuori dai pali, ma la conclusione non è fortunata e termina abbondantemente fuori.

COMMENTO PRIMO TEMPO

Una Samb inaspettata ha disputato i migliori 45 minuti del campionato, distaccando di gran lunga tutte le precedenti esibizioni. Si è partiti con un Francesco Stanco in grado di fungere da riferimento certo offensivo, ma tutta la squadra ha girato alla perfezione e nonostante i due gol siano arrivati in avvio di gara l’assolo rossoblu è stato tale senza interruzioni. Signori ha giganteggiato a centrocampo ma anche l’esordiente Rocchi si è notato sulla corsia di destra. Gelonese è risultato un lottatore sulla mediana mentre Calderini, anche se costretto al ruolo di seconda punta, si è poi rilevato un suggeritore perfetto per gli inserimenti degli altri giocatori. Trasformato Cecchini, velocissimo sulla sinistra, sui suoi standard abituali Rapisarda.

Tiene duro il trio difensivo al cospetto di attaccanti tecnici e con doti fisiche sopra categoria. Gloria anche per Sala, mai impiegato con più frequenza rispetto a questo primo tempo. Il 2-0 comunque è risultato stretto per la Samb e la partita non è chiusa, considerando la forza offensiva del Pordenone ma anche le opportunità che mister Tesser ha in panchina, rispetto alla coperta un po’ corta della Samb. Comunque è stata una prima parte dove si è assistito davvero ad un calcio piacevole, cosa rara in questa categoria.

SECONDO TEMPO

Triplo cambio nel Pordenone esce Berrettoni per Germinale e Stefani per Bassoli e Damian per Bombagi. Tesser stravolge la squadra uscita malconcia nel primo tempo. Forze fresche e anche di qualità.

Subito un angolo per gli ospiti. I Ramarri iniziano a tutta e chiudono la Samb in area. Errore da non commettere.

3′ Bruttissima entrata a gamba testa di Barison che colpisce Stanco in faccia. Ammonito. I rossoblu reclamano l’espulsione che ci poteva stare.

Pordenone adesso schierato con un 3-3-1-3, formazione molto offensiva. Samb sempre ferma al 3-5-2 di partenza. Di Pasquale è in marcatura su Germinale.

6′ Samb ora molto chiusa in difesa e stretta a centrocampo, pronta a ripartire grazie alla boa di Stanco e al dribbling di Calderini, che infatti conquista una punizione dal limite, sulla sinistra.

7′ Roselli chiede a Calderini di giocare molto largo, quasi da esterno puro, in modo da poter beneficiare della sua capacità palla al piede. A centrocampo giganteggia Gelonese, alla sua miglior partita forse da quando è San Benedetto.

9′ Cecchini scatta velocissimo, messo giù senza riguardi da Semenzato, ammonito.

12′ Esce Rocchi, entra Gemignani. Molto buona la sua prestazione nonostante qualche piccola sbavatura, ma il ragazzo non ha ancora i 90 minuti nelle gambe, così Roselli tenta di rispondere alla triplice sostituzione del collega Tesser.

Samb più accorta in questa fase e il 3-5-2 si trasforma in un 5-3-2 in fase difensiva.

16′ Arriva il gol degli ospiti, un po’ casuale, al primo tiro della ripresa. Ciurria controlla dai venticinque metri, tira in scivolata su pressione di Gelonese, la palla acquista velocità rimbalzando sull’erba, Sala è sorpreso e non raggiunge la sfera. Sembrava un pallone innocuo e invece ora tutto è più complicato. 2-1

21′ Esce Zaffagnini, crampi, entra Miceli.

21′ Samb in grande sofferenza, si affida alla fisicità della difesa. Pordenone che ha avanzato di 20 metri il baricentro dopo il gol. Tiro di Stefani, stavolta Sala blocca.

La Samb aveva controllato bene la possibile reazione ospite in avvio di ripresa non concedendo nulla, il gol è arrivato su un tiraccio forzato.

24′ Tiro dai 30 metri di Magnaghi, Sala in tuffo devia in angolo. Anche qui la conclusione non sembrava irresistibile, angolo regalato.

26′ Contropiede di Calderini, Ciurria lo atterra, ammonito.

La Samb ha un po’ smesso di giocare e si affida troppo alle ripartenze casuali.

28′ Simulazione di Ciurria, l’arbitro lo ammonisce, doppio giallo ed espulsione. In 10 minuti Ciurria ha fatto gol e preso due gialli.

29′ Florio al posto di Semenzato nel Pordenone.

30′ Contropiede Samb, Gemignani sbaglia l’appoggio, riparte il Pordenone che si trova in superiorità numerica, Di Pasquale salva in angolo.

31′ Dall’angolo svetta De Agostini, lasciato tutto solo in mezzo all’area. 2-2

Pordenone in 10 ma galvanizzato dalla doppia rimonta, Samb un po’ stanca. Sala respinge in due tempi.

33′ Due campi: nel Pordenone Magnaghi esce al suo posto Misurata. Nella Samb entra Islamaj, esce Cecchini. Samb col 3-4-3

39′ Calderini dalla distanza, si accentra e conclude di destro, fuori.

40′ Ammonito Stanco. L’attaccante è visibilmente… stanco.

45′ Contropiede Samb, Rapisarda per Calderini, l’attaccante arriva sul fondo e mette un rasoterra in mezzo, la difesa friulana spazza via il pericolo.

4 minuti di recupero.

Calcio d’angolo per la Samb al 93′. Per l’arbitro commesso fallo in attacco.

COMMENTO

Grande occasione sfumata per la Samb dopo un primo tempo sontuoso, concluso su un 2-0 che stava stretto ai rossoblu. Svolta della partita il gol del 2-1, un tiraccio da lontano che ha ridato animo al Pordenone e messo paura ai rossoblu. Gestione dei cambi tutta a vantaggio degli ospiti, con i rossoblu sulle gambe nei migliori del primo tempo, Signori e Stanco su tutti. Secondo gol preso anche da una clamorosa ingenuità, in contropiede, mentre il Pordenone era un 10 contro 11.

Panchina corta quella rossoblu probabilmente, squadra che ha fatto vedere che nell’11 titolare è sicuramente di valore ma per diventare formazione da parte alta in classifica serve qualcosa di più. Da rivedere Sala.

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 5.178 volte, 1 oggi)