SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Domani alle porte del Riviera bussa il Pordenone. I ramarri, primi in classifica e a +11 sulla Samb (ma con una partita in più) rappresentano la prima tappa di una mini-corsa mica da ridere visto che i rossoblu, a seguire, se la dovranno vedere anche con Vicenza, Feralpisalò e Triestina.

Inizia il gran premio della montagna per i rossoblu, direbbero gli appassionati di ciclismo e forse Roselli immaginava di avere un po’ più di carte nel mazzo, visto che per domani dovrà rinunciare a Ilari, Kernezo e Bove oltre a Russotto alle prese con una brutta forma virale che lo terrà costretto a casa per diversi giorni ancora.

A complicare le cose anche la sconfitta infrasettimanale a Teramo. Brutta e capace di risvegliare nei tifosi rossoblu i fantasmi di inizio stagione che le ultime uscite della squadra erano riuscite solo in parte a sopire. E proprio da Teramo (dove si è beccato una squalifica e mille euro di multa “per aver risposto a qualche ragazzino” spiega) riparte Roselli. “Sarebbe un peccato se l’autostima si dovesse abbassare dopo l’ultima partita perché stavamo migliorando e in ogni caso, nonostante alcune pecche di squadra restino, sono convinto che stiamo crescendo”.

Come al solito il mister umbro non si nasconde e ama la sincerità. “Meglio una brutta verità che una bella bugia. E la verità è che fino a Natale ci sarà grande sofferenza. Dovremo arrivare vivi al giro di boa” prosegue il mister “non per una questione di qualità della rosa ma per il tempo che serve per far diventare competitivi alcuni ragazzi e per le assenze, che possono capitare e che domani ci renderanno la coperta corta per esempio”.

“Noi però siamo tosti e cercheremo di mettere in difficoltà il Pordenone” arriva a dire Roselli in uno scatto d’autostima “ben consci che loro hanno una rosa fatta per vincere il campionato e un allenatore di categoria superiore perché per Tesser parla la sua storia”. I neroverdi arrivano però da due partite ufficiali in cui hanno perso (in casa e entrambe per 1 a 0 contro Fermana in campionato e Vicenza in Coppa) mentre i rossoblu vogliono testarsi in vista del mini ciclo terribile che li attende: “Credo che domani sarà importante. Iniziare questo periodo difficile con un risultato utile sarebbe significativo. Sono curioso di capire come andrà la partita”.

 


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.