di Lorenzo D’Angelo

 

SAN BENEDETTO DEL TRONTO-  Si è svolto nel pomeriggio del 26 ottobre, presso l’auditorium comunale, l’annunciato convegno indetto dalla sezione locale di Forza Italia in cui si sono illustrati i nuovi progetti volti a rilanciare il turismo nel Piceno.

Le nuove progettualità si sostanziano nell’intervento del Vice Presidente del consiglio regionale della regione Marche Piero Celani, che delinea lo stato di abbandono che patisce la nostra provincia, scaturito dallo scarso interesse della Regione nel voler, anche nel turismo, investire nel sud delle Marche, “ed è per questo motivo che il Piceno, inteso come area comprendente non solo la Provincia, ma anche il territorio del Fermano-Maceratese, deve avere una visione d’insieme, creare un unicum,  instaurando progetti, partendo dal turismo, in grado di coinvolgere la Riviera delle Palme, le città d’arte e i Monti Sibillini” sottolinea l’ex Presidente della Provincia.

Lo studio promosso da Forza Italia sottolinea che la nostra provincia ha perso turismo internazionale, anche a causa della mancanza di un aeroporto recettivo, e di avere, soprattutto nell’entroterra, scarsa accoglienza; per questa ragione si mira a rendere i monti Sibillini l’incubatore naturale delle imprese locali, in modo tale che sia in grado di sponsorizzare la qualità della vita del Piceno. Oltre ciò si sottolinea la mancanza di un’identità culturale e eno-gastronomica, nonostante la sequela di esempi che si possono fare, in grado di richiamare la provincia nell’immaginario comune.

I progetti riguardano tre aree: Il turismo termale, il quale si vuole far accrescere facendo si che venga meno l’isolamento che riguarda  le terme di Acquasanta, che hanno l’unica grotta termale naturale in Europa, e quelle di Sarnano e Tolentino . Il turismo ambientale, che prevede due progetti, quali “Sibillando”, volto a creare percorsi che partiranno dalla Riviera, sino a giungere sulle vette dei Sibillini, in sinergia con le comunità locali, le quali dovranno predisporre i percorsi; a questo si ricongiunge il secondo progetto “Piceno: che bella scoperta”, già proposto in sede regionale, il quale prevede l’istallazione, lungo i percorsi che si formeranno, di schermi Touch-Screen i quali “erogheranno” informazioni riguardo il territorio, itinerari ed attività alberghiere da visitare. Infine, il Turismo “di nicchia”, qui vi rientra il progetto già presentato in regione volto a promuovere il Wedding nei borghi, ville e nei paesaggi suggestivi del Piceno, gli eventi folkloristici quali le sagre e gli eventi culturali, che avranno luogo in specifiche aree natural


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.