SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La campagna per le Provinciali entra nel vivo e anche Pasqualino Piunti si esprime su uno dei temi principali legati a queste consultazioni “indirette”: i rifiuti e in particolare la tanto discussa riapertura della discarica di Relluce. Qui una comunicazione del primo cittadino.

“Tra le competenze di un Presidente della Provincia quella relativa all’ambiente rimane senz’altro tra le più qualificanti. Questo è tanto più vero nel Piceno; un territorio che vive da anni nell’emergenza rifiuti e che nella vallata del Tronto, segnatamente a Castel di Lama, soffre una grave crisi ambientale dovuta ai miasmi insopportabili prodotti da alcuni impianti tecnologici del Consorzio di Industrializzazione.

Da Presidente della Provincia cercherò di risolvere al meglio entrambe le emergenze. Spero di riuscirvi ma già da ora posso assicurare che, diversamente da quello che è accaduto sinora, non dormirò sugli allori.

Partendo da queste premesse ed in riferimento alla questione rifiuti, credo sia giusto – anche per favorire un clima di confronto positivo e scevro da animosità tra tutti gli attori istituzionali – che Ascoli Servizi Comunali si renda disponibile a ritirare l’attuale progetto per la realizzazione della 6° vasca presso il Polo impiantistico di Relluce.
Tutto ciò nel segno di quella leale collaborazione che può finalmente ispirare una politica dei rifiuti che non consideri più prioritari gli impianti relativi allo smaltimento, ma che si basi sull’implementazione di tutta quell’impiantistica propedeutica al recupero di materia(compostaggio, energia green, fotovoltaici ecc ecc), perseguendo gli obbiettivi europei e nazionali per lo sviluppo di una reale economia circolare.”


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.